Atalanta, Gasperini: "Gara difficile. Borussia? Potremmo fare una grande impresa"

Serie A
Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta (Getty)

L'allenatore nerazzurro dopo la gara contro la sua ex squadra: "Nell’arco della gara siamo usciti bene e gli errori di stasera non sono dovuti alla stanchezza, bisogna proprio stare un po’ più attenti agli avversari. Borussia Dortmund? Vedremo se siamo stati sfortunati noi o loro"

RIVIVI LE EMOZIONI DI GENOA-ATALANTA

TUTTI I RISULTATI DELLA 16^ GIORNATA - LA CLASSIFICA

L’Atalanta è riuscita a ribaltare l’iniziale svantaggio segnato da Bertolacci grazie alle reti di Ilicic e di Masiello, i nerazzurri hanno così portato a casa i tre punti salendo a quota 23 in classifica. Torna dunque alla vittoria anche in campionato - dopo il pareggio dell’ultimo turno contro il Torino - la formazione bergamasca che nel prossimo turno se la vedrà in casa contro la Lazio, nel posticipo di domenica alle ore 20:45. Soddisfatto della prestazione e della vittoria contro la sua ex squadra l’allenatore Gian Piero Gasperini, che dopo il 90' ha commentato così ai microfoni di Sky Sport la gara dei suoi ragazzi. Queste le sue dichiarazioni.

Sulla gara e sulla sua ex tifoseria

"Vincere qui a Genova, soprattutto dopo essere andati in svantaggio subito, era veramente complicato, oltretutto noi eravamo in molti nel miglior momento ma l’approccio è stato comunque molto difficile. Poi Nell’arco della gara siamo venuti fuori e abbiamo portato a casa una partita molto, molto importante. Ho urlato tanto? Noi ci dobbiamo anche scoprire e dobbiamo anche imparare da questa stagione, non soltanto per quanto riguarda le energie fisiche ma anche per le piccole cose. Nell’arco della gara siamo usciti bene e gli errori di stasera non sono dovuti alla stanchezza, bisogna proprio stare un po’ più attenti agli avversari a cui sappiamo che possiamo dare un po’ più di fastidio. Abbiamo l’ambizione con cui misurarci e dobbiamo continuare a farlo. Sono stato accolto da una standing ovation dal mio ex pubblico, per me c’è sempre grande affetto e ringrazio tutta questa gente che anche a distanza di tempo continua ad applaudirmi. Sono stato molto legato a questo ambiente ma poi ci sono le partite e ognuno cerca di fare il massimo per la propria squadra. Questa sera per noi era davvero molto importante vincere e ci siamo riusciti".

Su Borussia, Gomez e difesa

"Per quanto riguarda poi il sorteggio dell’Europa League, posso dire che sapremo solo a febbraio se siamo stati sfortunati noi o il Borussia. Affrontiamo una grande squadra, la peggiore che potevamo trovare in seconda fascia però se siamo eliminati non succede niente mentre se passiamo facciamo la grande impresa. Anche i tifosi devo dire che sono tutti molto contenti perché hanno la possibilità di andare a vedere un grande stadio. Ci misuriamo contro una squadra tedesca e vedremo cosa accadrà fuori casa, in casa invece come al solito daremo tutto. Gomez? Anche l’anno scorso è esploso nel finale del girone d’andata, quest’anno ha avuto un acciacco che l'ha tenuto fuori tante partite e un paio le ha giocate in condizioni non ottimali. Ha avuto un po’ di difficoltà ma questa sera è stato molto altruista e ha creato situazioni veramente pericolose. È sulla strada per tornare alla miglior condizione ma indipendentemente da questo la squadra viene sempre aiutata molto da lui. La difesa poi è stata rocciosa anche quando facevamo un po’ di fatica ad esprimerci. Ma quando dietro le risposte arrivano poi riusciamo anche a costruire".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche