L'Inter si rifinanzia, collocato bond da 300 milioni: domanda doppia rispetto all'offerta

Serie A
Steven Zhang, consigliere d'amministrazione dell'Inter e figlio del proprietario Jindong Zhang (foto Ansa)

L'Inter Media and Communication si è rivolta al mercato per chiedere 300 milioni: ottima la risposta, il doppio rispetto alle esigenze. Con un rendimento al 4.875%, andrà a sostituire quello di Thohir a Goldman Sachs, con un tasso più alto e scadenza nel 2022 (rispetto al 2019)

LE PROBABILI FORMAZIONI DI INTER-UDINESE
 

SPALLETTI RITROVA L'UDINESE: "STORIA DI AMORE E ODIO"

L'ASTRONAUTA NESPOLI TORNA SULLA TERRA E TROVA UN'ALTRA INTER

Inter Media and Communication, la società dell'Inter che gestisce i settori media, broadcasting e delle sponsorizzazioni del gruppo ha collocato il prestito obbligazionario garantito di 300 milioni il cui lancio era stato annunciato tre giorni fa. Il bond scade nel 2022 e avrà un rendimento al 4,875%. "Le obbligazioni, che rappresentano il primo bond emesso da una società di calcio Italiana sul mercato di capitali internazionale a una vasta gamma di investitori istituzionali, hanno suscitato interesse da parte di diversi investitori istituzionali di portata globale e nel libro ordini sono state raccolte circa il doppio delle sottoscrizioni richieste", spiega il gruppo.

"Le obbligazioni, che saranno pagate il 21 dicembre 2017, prorogheranno la scadenza del debito del gruppo, al contempo migliorando la flessibilità finanziaria con una struttura finanziaria che permetterà all'Inter di raggiungere i propri obiettivi a medio e lungo termine". L'Inter è attualmente prima nella Serie A Italiana, si è qualificata per i quarti di finale della Coppa Italia e si prepara a celebrare il suo centodecimo anniversario, nel 2018.
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche