Porrà: "Donnarumma, in ballo il cuore dei tifosi. Dybala, incredibile involuzione"

Serie A

Giorgio Porrà

Giorgio Porrà analizza il momento dei due giovani calciatori di Milan e Juventus. Il primo alle prese con una spinosa situazione che incrocia il suo contratto e l'affetto dei tifosi; dell'argentino, invece, preoccupa per tempi e modi l'involuzione

Dal caso Donnarumma a quello Dybala. Due giovani promesse e predestinati a scrivere pagine importanti del calcio. Ma oggi, per motivi differenti, entrambi in crisi. Giorgio Porrà, a Sky Sport 24, ha analizzato le situazioni dei talenti di Milan e Juventus.

"Donnarumma ha fatto una parziale o totale retromarcia, in mezzo ai bambini: ha scelto il contesto giusto. Si è reso conto che non si può parlare di pressione psicologica se ti danno una penna per firmare un contratto da sei milioni a stagione. La rabbia della curva è normale: non si può giocare a lungo col sentimento dei tifosi che è stato violato e maltrattato. Secondo me, Donnarumma deve fare di più, deve prendere in mano la situazione, specialmente se non è contento di chi gestisce la sua vita e il suo percorso. Anche perché, dietro tutto questo c’è la regia di Raiola che fa benissimo il suo mestiere: la finalità è quella di guadagnare di più, cercando di spaccare in due il Milan. Credo che alla fine, la credibilità del calcio italiano potrebbe risentire di questa situazione".

Porrà: "Donnarumma è il futuro erede di Buffon"

"Donnarumma è un patrimonio pazzesco. E' lui il futuro erede di Buffon e anche questo aspetto dovrebbe farlo riflettere. È all'inizio della carriera, ma anche a 18 anni si può capire cosa volere dal proprio talento e per il futuro. Deve essere più preciso". Le pressioni da parte dell'ambiente esterno possono rendere più complicato il suo lavoro: "E' inevitabile, farebbero vacillare anche un giocatore più grande e più esperto. All'inizio della stagione non parava l'impossibile come lo scorso anno, ma adesso è più a fuoco".

Porrà: "Dybala? Mi colpisce molto la sua crisi"

"Mi colpisce l'involuzione di Dybala, nei tempi e nei modi: si percepisce dai suoi occhi e dai suoi piedi. Mi sorprende anche la postura avvilita che esibisce in campo: lui è il genio della lampada, aggiunge qualità ed è un elemento fondamentale per la Juventus". E sulla strategia adottata dalla squadra di Allegri: "Se riflettiamo, è un atteggiamento severo: alcune dichiarazioni fanno pensare a una condotta non disciplinata fuori dal campo. Credo che le sue inquietudini siano profonde e non legate a questioni di soldi. Dybala è orgoglioso, consapevole di essere un predestinato e desideroso di dimostrarlo sul campo. Mi auguro che lui e la Juventus collaborino per riaccendere il giocatore di un tempo".

Porrà: "Dybala forse avverte il peso del fuoriclasse"

Quando la Juventus affrontò il Barcellona, Dybala era stato paragonato a Messi: "Ci ha portato lui a fare questo tipo di accostamento. Certo, il fatto che sia un professionista di vertice potrebbe essere un macigno appeso al collo. Alla sua età perdersi è un attimo, ma credo che Dybala abbia delle qualità, a livello umano, simili a quelle di Del Piero. E gli sto facendo un grandissimo complimento".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche