Una rivoluzione per il ruolo del portiere: ecco i guanti del futuro usati da Alisson

Serie A

Non sono ancora in commercio, verranno presentati a marzo e scenderanno in campo ufficialmente nel Mondiale in programma in Russia. Le principali novità consistono nell’assenza dello strap sul posto, di una cucitura sui bordi all’interno e della schiuma ACC

Nel calcio, si sa, è importante trovare sempre nuove soluzioni e nuove tecnologie per provare ad essere sempre un passo avanti rispetto agli avversari. È questo che deve aver pensato l’azienda che ha creato un nuovo paio di guanti, decisamente rivoluzionari seppur non ancora in commercio e non visibili pertanto sui campi. Un modo per rivoluzionare il ruolo del portiere, già provati da alcuni numeri uno delle principali squadre europee. Il portiere dello Stoke City e della nazionale inglese Jack Butland così come Alisson Becker - numero uno della Roma e del Brasile - hanno provato la novità sperimentata e creata da un noto marchio di abbigliamento sportivo. L’esordio dei Vapor Touch, così si chiamerà questo nuovo modello di guanto, esordirà nel Mondiale in Russia in programma nell’estate del 2018 e saranno numerosi i portieri che avranno così modo di capire quali reali benefici potrà portare una simile novità.

“Cosa sono e come sono fatti i Vapor touch”?

Ma che cos’hanno di speciale questi guanti rispetto a quelli tradizionali che ad oggi indossano tutti quanti? La principale novità che è stata apportata sta nell’assenza della classica chiusura a strappo sul polso e anche se da lontano potrebbero sembrare guanti "normali", come quelli che chiunque può indossare per riscaldarsi le mani d’inverno, se si osservano da vicino si può notare che la chiusura non c’è ma i lati è presente una cucitura sul bordo interno e non esterno. In questo modo - confermano i portieri che li hanno provati - è più semplice attutire la potenza dei tiri e migliorare la presa del pallone in qualsiasi condizione anche grazie alla presenza della schiuma interna ACC, che corrisponde a All Conditions Control: una tecnologia che era già stata utilizzata in passato per gli scarpini e per cui vale lo stesso tipo di ragionamento; mai prima d’ora era stata però sperimentata anche per i guanti.

I Vapor Touch sono dunque pensati per aderire nella maniera migliore alla mano del portiere e favorirne così i naturali movimenti con questa nuova tecnologia capace di aiutare chi li indossa a controllare il pallone sia in condizioni di asciutto che di bagnato. Il merito principale quindi va dato alla schiuma perforata e alla cucitura interna, oltre che all’assenza di strap presente sul posto degli attuali guanti in commercio. Per vederli sui campi di calcio bisogna ancora aspettare un po’, nel mese di marzo è prevista la presentazione mentre fino a giugno i calciatori potranno provarli solo in partite non ufficiali.

I più letti