Fiorentina, Pioli: "Bisogna essere più pungenti. Il mercato? Coglieremo le occasioni"

Serie A
pioli_fiorentina_getty

Partita complicata per la Fiorentina che, nel diciottesimo turno di campionato, affronta il Cagliari in trasferta. Stefano Pioli analizza le insidie del match nella conferenza stampa della vigilia, chiedendo ai suoi giocatori attenzione e determinazione

Due pareggi senza reti nelle ultime due uscite e tanta voglia di tornare alla vittoria. La Fiorentina si prepara al match contro il Cagliari con la consapevolezza di affrontare una squadra tosta e pericolosa, nonostante questo però Stefano Pioli conta di ottenere il massimo nell'anticipo serale della diciottesima giornata di A. Una vittoria dei viola infatti gli consentirebbe di occupare, almeno per una notte, il settimo posto in classifica, in attesa della sfida di San Siro tra Milan e Atalanta: "Il Cagliari è una squadra viva e aggressiva, c’è bisogno di affrontarli con intensità. Non facciamo gol ormai da due partite nonostante le occasioni create, contro i rossoblu dovremo essere più pungenti. Dobbiamo riportare entusiasmo e se la proprietà fosse qui fisicamente sarebbe importante. Dobbiamo però pensare al campo e alle partite. Dobbiamo essere ambiziosi e cercare di vincere tutte le gare. Contro il Genoa abbiamo trovato una squadra che si difendeva bassa e dovevamo fare più movimento, bisogna che i trequartisti si facciano vedere di più ed entrino nel vivo del gioco, come successo in Coppa Italia contro la Sampdoria. Sono soddisfatto del lavoro dei miei giocatori e anche dell'approccio alla gara. Dobbiamo avere convinzione e fiducia nei propri mezzi. Stiamo ancora crescendo come squadra, siamo sulla strada giusta anche se molti giocatori possono dare di più. Migliorando singolarmente ne trarrà benefici anche il gruppo. Il campionato è equilibrato e difficile, tante squadre lottano per l'Europa e domani dovremo essere bravi. Ogni tanto guardiamo la classifica ma oggi non dobbiamo pensarci. Per la partita di domani avrà tutti a disposizione, Hristov, Hagi e Lo Faso andranno in Primavera, gli altri saranno convocati".

Il mercato delle... occasioni

Pioli poi si sofferma sulla questione mercato: "Si chiama di riparazione e le varie società cercheranno di migliorare dove sono deboli. Se ci saranno occasioni le coglieremo ma non sarà facile visto che molte squadre hanno l'obiettivo di mandare a giocare chi ha avuto meno spazio e prendere giocatori per tappare qualche buco. Non potremo prendere titolari di altre squadre, vediamo se riusciremo a mettere in pratica le nostre idee ma conta la volontà dei calciatori, l'aspetto economico e altri fattori. Mancano però 4 partite prima della sosta e non penso al mercato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche