Inter, momento di flessione per Perisic: ipotesi Cancelo con il Sassuolo

Serie A

Le prestazioni di Perisic non preoccupano l'Inter, ma dopo la tripletta contro il Chievo il croato non ha più trovato continuità di gol e prestazioni. La sua presenza da titolare contro il Sassuolo non è così scontata, e João Cancelo potrebbe meritare una chance dal pirmo minuto

CLICCA QUI PER LE PROBABILI FORMAZIONI DI SERIE A

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA DELLA 18^ GIORNATA DI SERIE A

Sono tanti i punti di forza della nuova Inter di Spalletti. Inevitabile, visti i risultati ottenuti fin qui. La difesa funziona bene, ed era tra le migliori prima dei 3 gol incassati contro l’Udinese. Davanti Icardi continua a segnare tantissimo: 17 gol, leader della classifica marcatori. Merito però anche di chi il pallone vincente spesso glielo fornisce. Due nomi su tutti: Antonio Candreva e Ivan Perisic. 8 assist vincenti per il primo, leader di questa classifica nella squadra nerazzurra, e decisivo con un suo cross anche nell’ultima sconfitta contro l’Udinese. 6 assist, invece, per Perisic, che però è sotto lente di ingrandimento dopo le ultime prestazioni. È evidente: il croato non preoccupa Spalletti. Non può una piccola flessione nel suo rendimento essere un campanello di allarme per il suo allenatore. Ciò nonostante, dopo la tripletta contro il Chievo di tre turni fa - il momento più alto della sua stagione - le sue prestazioni non sono più state così esplosive.
 

Dopo l’hat-trick del 3 dicembre sono infatti arrivate altre tre partite: Juventus, Pordenone in Coppa Italia e - appunto - il ko contro l’Udinese. Zero gol e zero assist, nonostante un rigore messo a segno nella serie finale proprio contro il Pordenone. E se contro la Juventus, che vince il campionato ormai da sei anni consecutivi, è del tutto normale che Perisic abbia creato 0 occasioni da gol (dati Opta, record negativo stagionale per lui), è nella partita contro l’Udinese a San Siro che più ha deluso. 23 chance create, di cui solo 3 sono state chiare occasioni da rete. Vero, ma senza mai però riuscire a concretizzare. È lì che l’Inter ha verosimilmente perso la partita: nel primo tempo. Prima il gol di Lasagna, dunque il pari di Icardi. Poi tante palle gol per i nerazzurri, incapaci però di essere concreti e incisivi sotto porta e di ribaltare una partita che nel secondo tempo gli sfuggirà totalmente di mano. E Perisic è proprio tra quelli che hanno più deluso la scorsa settimana.
 

La trasferta di Reggio Emilia è dunque il momento giusto per rifarsi dopo l’ultima sconfitta. L’inter sta andando fortissima in trasferta. La squadra di Spalletti non ha mai perso in questa Serie A lontana da San Siro. Otto partite giocate, di cui 5 vinte e 3 pareggiate. Comprese le trasferte piuttosto complesse a Roma (1-3 sui giallorossi), Napoli e Torino (finite entrambe 0-0, rispettivamente contro la prima e la seconda forza del campionato). Un record che i nerazzurri non vogliono perdere. Con o senza Perisic dal primo minuto. Già, la sua presenza da titolare non è infatti così scontata come in passato, e il motivo potrebbe essere riferito proprio alla mancanza di continuità del croato dopo l’exploit contro il Chievo. João Cancelo è pronto ai box, e potrebbe infatti avere una chance, per la prima volta, da titolare. Per Spalletti, infine, dubbio anche sul terzino sinistro; dopo la prova negativa di Santon nella sfida contro l’Udinese. Per il posto sono in tre: lui, Nagatomo e Dalbert.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche