Milan, Financial Times: "Dubbi sul rifinanziamento del debito, andrà in porto al 50%"

Serie A

Il quotidiano economico britannico dedica un articolo alla situazione economica di Milan e Inter, alimentando dubbi sulla possibilità di rifinanziamento del debito del club rossonero nei confronti del Fondo Elliot. "Fifty-fifty" sulla possibilità di arrivare a un accordo 

MILAN, UEFA RIFIUTA RICHIESTA VOLUNTARY AGREEMENT. E ORA?

Il Milan e il rifinanziamento del debito, un tema che continua ad essere sempre molto caldo. Secondo quanto viene riportato dagli inglesi del Financial Times, il club rossonero avrebbe a momento il 50% di possibilità di rifinanziare il proprio debito nei confronti del fondo Elliott. La scadenza per concludere l’operazione, che ammonta a 303 milioni, è fissata ad ottobre 2018.

Il perché dei dubbi e delle difficoltà

Ma perché il Financial Times parla di Fifty-fifty sulla possibilità di arrivare a un accordo? Stando a queste ultime indiscrezioni, il problema principale sarebbero le informazioni limitate sul patrimonio di Yonghong Li, proprietario del club rossonero. Per questo motivo l’affare sarebbe fortemente a rischio. 

UEFA: il rifiuto del voluntary agreement

Al centro dell'articolo e dell'analisi del quotidiano economico brtitannico, che cita una fonte «vicina agli sforzi di rifinanziamento», c'è dunque la ricerca da parte della società rossonera di investitori per rifinanziare interessi e prestito da restituire a Elliott Management. Si tratta, come detto di 303 milioni di euro così divisi: 180 milioni di euro più 123 personali di Yonghong Li. Quel che è certo, al di là di quanto descritto fin qui, è che al momento continuano ad esserci dei tentennamenti del Fondo internazionale Highbridge eche dovrebbe rifinanziare il debito e dare al Milan di Yonghong Li, Han Li, Fassone e Mirabelli di rimanere per ulteriori 4-5 anni. FT, inoltre, ricorda come la settimana scorsa la Uefa abbia bocciato la richiesta di voluntary agreement del Milan, sottolineando altresì perplessità per l'incertezza sulle garanzie di rifinanziamento.

E l'Inter, invece...

Sul fronte opposto, invece, il quoitidiano britannico commenta positivamente l'andamento dell'Inter. Vengono infatti indicati i successi della squadra allenata da Luciano Spalletti e quelli di Suning, con riferimento al bond lanciato giorni fa: un bond da 300 milioni per finanziarsi, dando in pegno agli obbligazionisti, marchi, conti correnti, ricavi da sponsor e diritti tv per chiudere un debito dagli alti interessi e assicurare liquidità al club. A ben guardare, si tratta di uno strano e oppsto antipasto di derby. Tra cinque giorni, infatti, il confronto nei quarti di finale di Coppa Italia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche