Inter, Spalletti: "Paghiamo gli episodi. Passo comunque un buon Natale"

Serie A
Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter (getty)

L'allenatore nerazzurro dopo il secondo KO consecutivo della stagione: "Abbiamo fatto la prestazione che dovevamo fare, paghiamo a caro prezzo alcune situazioni". Sul mercato: "Dobbiamo risolvere in casa i nostri problemi"

Seconda sconfitta consecutiva, primo campanello d'allarme della stagione dell'Inter. Dopo il pesante KO a San Siro contro l'Udinese, i nerazzurri si fermano ancora: a Reggio Emilia, contro il Sassuolo, finisce 1-0 per la squadra di Iachini. Inter macchinosa e sfortunata (rigore sbagliato da Icardi, non nella sua miglior giornata), che ora vede scappare il Napoli a +5 in classifica. Così Luciano Spalletti a fine gara: "Cosa non va? Io passo lo stesso un ottimo Natale. Abbiamo perso due partite dove la squadra ha fornito la prestazione che doveva fare, pagando però gli episodi: lì potevamo essere più bravi e sfruttare meglio le nostre qualità. Non dovevamo prendere gol in contropiede. Abbiamo pagato a caro prezzo certe situazioni della gara". La squadra è apparsa meno tranquilla del solito: "Può darsi, quando si è sotto provi a fare qualcosa in più e ci metto meno tranquillità. Può essere poi che vada storto, ma sono stati bravi anche gli avversari. Anche noi siamo entrati in area dalla parte di Candreva e Cancelo, ma poi non abbiamo mai sfruttato le occasioni. Ma la prestazione va bene".

"Risolviamo i problemi in casa"

Una battuta poi sui centrocampisti, spesso poco propensi ad accompagnare in fase offensiva: "Non sono nelle nostre qualità - ha continuato - Brozovic non è un finalizzatore, Borja e Joao Mario idem. Noi segniamo con Perisic e Icardi, poi possiamo anche cercare palloni bassi sui quali possono intervenire tutti, ma sui cross noi non abbiamo i giocatori per fare gol con i centrocampisti. Dobbiamo però giocare ugualmente dei palloni dalla trequarti, come successo a Brozovic, con più frequenza e qualità. Se sul gol è saltato qualcosa? Sì, D'Ambrosio aveva perso palla e non siamo stati bravi a bloccare la ripartenza di Politano. Bisognava chiuderlo, invece gli abbiamo dato troppo spazio, poi lui ha messo una grande palla". Infine Spalletti parla di mercato: "Dobbiamo risolvere i nostri problemi in casa, è normale passare attraverso i momenti brutti per crescere. Non dobbiamo pensare al mercato perché abbiamo dei giocatori con cui io ho parlato chiaramente e su cui punto. Poi se capita la situazione possiamo pensare di portarla a casa, ma dobbiamo lavorare con le nostre forze", ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche