Torino, Mihajlovic: "Chi sbaglia col Genoa, fuori nel derby"

Serie A
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Torino (fonte Twitter Torino)
mihajlovic_torino_twitter

L'allenatore granata alla vigilia della sfida col Genoa: "Siamo un po' in difficoltà, abbiamo tanti calciatori fuori. Sono certo che nessuno penserà al derby: chi gioca male domani, lo sa, è fuori. Niang e Berenguer giocheranno"

SERIE A - LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 19^ GIORNATA

Una sola vittoria nelle ultime quattro partite, Torino a caccia di un successo per restare attaccato al treno per l'Europa. Domani l'ultima partita del 2017 contro il Genoa, poi ci sarà il derby di Coppa Italia contro la Juventus. "Ci siamo allenati bene e l'abbiamo preparata bene – ha dichiarato Sinisa Mihajlovic in conferenza stampa - Non ci resta altro che giocarla e cercare di vincerla. Il Genoa dopo il cambio di allenatore ha fatto risultati positivi, e noi siamo un po' in difficoltà. Non cerco scuse: la lista degli infortunati è lunga come un'autostrada, è più facile dire quali sono i disponibili che il contrario. Chi giocherà sono sicuro che sarà all'altezza, ma dovrà raddoppiare le forze per non far sentire le mancanze di certi giocatori: abbiamo 4 difensori infortunati, Baselli non ci sarà per squalifica, poi in attacco fuori anche Edera, oltre a Belotti e Ljajic. Purtroppo ieri abbiamo appunto perso anche Edera e Barreca, siamo in difficoltà, è evidente, ma non per questo ho cambiato modo di preparare la partita. E nemmeno voglio che si dica che i miei giocatori rischiano il ritiro: staccare la spina per una sera, a capodanno, può anzi fare bene. Io voglio che tutti i giocatori a disposizione diano il massimo, sono certo che nessuno penserà al derby di Coppa Italia con la Juventus di mercoledì prossimo. Chi gioca male domani, lo sa, è fuor".

"Niang e Berenguer giocheranno"

"Niang? Non voglio sempre parlare di lui – prosegue - È il primo a star male quando non fa bene in campo. Domani scenderà in campo: è l’occasione giusta per sostenerlo e fargli fare il massimo. Berenguer sta facendo bene. Domani giocherà pure lui: o dovrei giocare io! Al di là di questo, sarebbe sceso in campo comunque: perché è cresciuto molto, sta meglio fisicamente, ha capito meglio il calcio italiano e spero che domani farà una grande partita. Nonostante siano 2 mesi che non vinciamo in casa, i tifosi ci hanno sempre sostenuto nei 90'. Poi se non vinciamo, ci stanno i fischi. È normale, ed è un modo civile. Io sono convinto che i tifosi faranno anche domani la loro parte, come sempre da quando io sono qui, da quando li conosco. E come loro anche i miei ragazzi in campo ce la metteranno tutta. La pressione fa parte del calcio. I giocatori sono professionisti e devono sopportarla. Non è quello il problema. La squadra sta bene secondo me, da quando abbiamo cambiato modulo con la Fiorentina abbiamo perso una sola volta. Se non siamo riusciti a fare bene è solo colpa nostra: al di là degli errori arbitrali, noi dobbiamo vincere. Sicuramente i problemi ci sono, è innegabile: mancano 5-8 giocatori potenzialmente titolari, anche la Juve ne risentirebbe. Dobbiamo superare questo momento di difficoltà numerica dei giocatori, e avere più attenzione in campo. E si risolve anche questo: non sono preoccupato, so che quelli che giocheranno faranno bene, e se faranno bene giocandocela come ci siamo allenati avremo molte possibilità di vincere. Al di là di chi gioca. Sarà importante non commettere certi errori. In generale do pochi concetti, anche in fase di non possesso. Voglio che siano concentrati su quello che dico: e succede che spesso io abbia ragione".  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche