Sampdoria, Giampaolo duro: "Il campo di Marassi oggi faceva schifo"

Serie A

L'allenatore della Sampdoria, nonostante il 2-0 alla Spal maturato nel recupero di partita, ha parlato duramente del terreno di gioco del 'suo' Marassi: "Per giocare servono le qualità dei giocatori e un campo adatto. Oggi faceva ca..."

SAMPDORIA, QUAGLIARELLA BATTE LA SPAL NEL RECUPERO

Linea dura nonostante la vittoria, mirino puntato sul campo di gioco di Genova. A parlare è Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, dopo il 2-0 maturato nel recupero contro la Spal grazie alla doppietta di Fabio Quagliarella. "Oggi risultato positivo ma è mancata la prestazione? Toccate un tasto che mi fa incazzare. Per giocare a calcio ci vogliono le qualità dei giocatori e un campo adatto: oggi il campo fa cagare. Potete scriverlo. Avete mai visto tre passaggi di fila? Non si può giocare a calcio in Serie A su questo campo: la vittoria nasconde i problemi, ma non dev'essere così. Tecnicamente, visto il campo, la prestazione della squadra non posso commentarla, per il carattere messo in campo invece ai miei ragazzi devo dire che sono stati bravissimi. Oggi siamo stati poco reattivi? Quando la palla scorre c'è più reattività, quando il terreno non lo permette no. I cambi dei due esterni? Strinic aveva un problema e mi ha chiesto il cambio, Sala era ammonito e non giocava da tanto ed ho voluto finire la gara in undici".

Kownacki e Quaglia-gol

"Kownacki? Vai a far la guerra, che gli potevo dire. Il rigore? Non l'ho rivisto. Quagliarella? Corre tanto, ma corre bene. Corre nella metà campo avversaria, poi adesso fa gol ed ha autostima. Io so quanto determinante sia Fabio nell'economia della squadra: sa tenere palla, sta smarcarsi, sta bene fisicamente e mentalmente. Gli evitiamo di fare corse lunghe e cicliche, rispettiamo la sua morfologia, oggi sta vivendo una seconda giovinezza perché le qualità le ha e perché sa come gestirsi".

Mercato

"Le sirene napoletane? Non ho parlato di mercato col club, io ne alleno venti e sono contento. Ho detto ieri che sono arrivato qui con questi venti e sono contento, purché rimangano qui convinti e contenti. La squadra in diciotto partite ha collezionato trenta punti e non sono pochi, Vasco Regini per me è una garanzia dal punto di vista tecnico e professionale: mi sono battuto per tenerlo, ogni allenatore vi assicuro che vorrebbe avere un Vasco Regini in squadra. Oggi è entrato e ha fatto molto bene. Il record di vittorie con tutte le squadre in A? Forse ho perso una partita con ognuna di queste" ha scherzato alla fine Giampaolo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche