Hellas Verona, Pecchia: "Meritavamo di più. La salvezza è possibile"

Serie A

L'allenatore gialloblu dopo il 2-0 di Napoli: "Questa squadra può fare ancora meglio e raggiungere il suo obiettivo. Var? Sono a favore, ma sul gol Koulibaly ha commesso fallo". Su Fares: "Talento straordinario, non sa neanche lui dove può arrivare"

Un girone di ritorno che non comincia nei migliore dei modi per l’Hellas Verona, nonostante una sconfitta fosse preannunciabile. Al San Paolo passa il Napoli nell’ultima gara prima della sosta: 2-0 firmato da Koulibaly e Callejon nel secondo tempo. Buona prova difensiva dei gialloblu, incapaci però di impensierire Reina. Soddisfatto Fabio Pecchia nel post gara: “Questa squadra può fare ancora meglio - ha ammesso l’ex secondo di Benitez proprio al Napoli - possiamo raggiungere il nostro obiettivo. Ne sono convinto. Siamo a due punti dalla salvezza ed a livello numerico l’obiettivo è alla nostra portata. La compattezza della squadra è molto importante, adesso dobbiamo ripartire più forte di prima. Veniamo da due gare dove meritavamo qualcosina in più sia pur contro due grandi squadre come Juventus e Napoli”. Su Fares, poi, autore di un buon match: “È un talento straordinario, nemmeno lui è consapevole di dove può arrivare. È un grandissimo patrimonio dell’Hellas, in continua crescita che può ricoprire più ruoli”.

"Sono pro Var, ma Koulibaly ha commesso fallo"

Pecchia espulso nel corso del secondo tempo per delle proteste sul gol - poi normalmente convalidato - di Koulibaly: “Sono andato un po’ oltre l’area tecnica ma senza offendere nessuno - ha continuato l’allenatore dei veronesi - Non mi era chiara una situazione e mi si è riaccesa la lampadina del gol che avevamo preso anche all’andata. L’abbiamo tenuta aperta ma dopo aver preso gol è diventata difficile. Ho visto e rivisto l’immagine di Koulibaly, c’è un ostacolo su Nicolas e un fallo su Caracciolo. L’episodio non mi è chiaro. Un episodio dubbio era capitato anche all’andata”. Ora per l’Hellas Verona due importanti settimane di pausa: “Finita la partita però dobbiamo guardare avanti, con rammarico ma anche la consapevolezza e l’entusiasmo giusto per il girone di ritorno nel quale proveremo a centrare il nostro obiettivo. Io sono pro VAR: aiuta nella gestione della gara, al di là del nostro episodio. Ogni terna la gestisce alla sua maniera, le cose però andranno sempre meglio: è un vantaggio per tutti e per il sistema”.

I più letti