Atalanta, Caldara in esclusiva: "Napoli? Sogno una notte indimenticabile. Vogliamo l'Europa. E sulla Juve..."

Serie A

Il difensore nerazzurro ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport in vista della prossima sfida di campionato contro il Napoli: "Nella passata stagione è stata la partita della mia svolta, sappiamo come metterli in difficoltà e sogno un’altra notte indimenticabile". E sul futuro: "Vogliamo ancora l’Europa League. La Juventus? Contento di essere rimasto a Bergamo, voglio arrivare in bianconero totalmente pronto"

CALCIOMERCATO - TUTTE LE TRATTATIVE LIVE
ATALANTA-NAPOLI, LE PROBABILI FORMAZIONI

Una partita mai come le altre. Tutto pronto in casa Atalanta per la ripresa del campionato, dopo la sosta invernale per i nerazzurri subito la super sfida contro il Napoli. Tre vittorie per la squadra di Gasperini negli ultimi quattro incroci con gli azzurri, oltre alla qualificazione alle semifinali di Coppa Italia ottenuta nello scorso dicembre per la squadra di Bergamo indimenticabile il successo della passata stagione, in una gara che ha rappresentato una vera e propria svolta per Gomez e compagni. Lo ricorda bene Mattia Caldara, intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport per parlare della sfida agli uomini di Sarri e del suo futuro. "Sì, quella contro il Napoli è una partita speciale. L'anno scorso è stato il mio esordio – ha ricordato Caldara - ed è stata la partita della svolta per me e per molti dei miei compagni della passata stagione. Per me è stata senza dubbio una notte indimenticabile, ovviamente quella che ricordo più piacevolmente. Spero che arriverà ancora un'altra notte del genere, anche se sarà molto difficile".

Sappiamo come affrontare il Napoli. Il mio rendimento? Merito di Gasp 

"Proveremo a sfruttare al meglio le nostre possibilità – ha proseguito il difensore dell’Atalanta - perché ci giochiamo una fetta importante della nostra stagione. Perché riusciamo a mettere così in difficoltà il Napoli? Il Mister ci chiede sempre di essere molto aggressivi contro di loro, perché hanno un ottimo palleggio e sappiamo che se li lasci palleggiare fanno veramente delle triangolazioni così veloci che non riesci nemmeno a prenderli. Quindi lui vuole che pressiamo molto, soprattutto i centrocampisti, e domenica dovremo giocare ancora una volta così. Il gioco che ha il Napoli di Sarri credo che sia unico in Europa, molte volte vedendoli giocare non capisci come facciano ad arrivare sempre in porta. Mentre Gasperini credo che abbia cambiato il mio modo di giocare perché vede un calcio totalmente diverso rispetto agli altri. Vuole che i giocatori, anche da dietro, impostino l'azione per cercare di creare superiorità numerica e anche a livello fisico mi ha cambiato totalmente. Se adesso sono qua credo che sia merito suo".

Obiettivo Europa. Juventus? Voglio arrivare pronto al massimo

E per l’Atalanta, dopo la straordinaria qualificazione in Europa League ottenuta nello scorso campionato, l’obiettivo è riconfermarsi. "Il nostro obiettivo di quest’anno è quello di arrivare di nuovo in Europa – ha spiegato Caldara -, sappiamo che ci sono squadre molto preparate come Sampdoria, Torino e Milan con le quali ci giocheremo fino all’ultimo la qualificazione, però siamo consapevoli della nostra forza e anche quest’anno proveremo fino all’ultimo di arrivare in Europa". Chiusura dedicata al prossimo trasferimento alla Juventus, il difensore classe ‘94 a fine stagione raggiungerà i bianconeri di Allegri: "Sono molto felice di essere rimasto all’Atalanta, sapevo che mi serviva ancora quest’anno per migliorare e per cercare di arrivare pronto alla Juventus. Facendo anche l’Europa League ho incominciato a giocare partite di livello europeo contro squadre molto veloci e preparate e con giocatori abituati a fare quel tipo di calcio, questo mi è servito anche per giocare ogni tre giorni, che è una cosa completamente diversa a livello nervoso rispetto a giocare una volta a settimana. Sono molto felice di aver fatto questa scelta – ha concluso Caldara - e credo che mi sia servita parecchio. Alla Juve ci sto pensando relativamente perché ci sono tantissime cose da fare ancora qui a Bergamo, vogliamo cercare di passare il turno in Europa League e conquistare un’altra qualificazione europea attraverso il piazzamento in campionato, quindi mi preparo allenandomi sempre al meglio e cercando di migliorare ancora tanto, perché so che là non c’è tempo per sbagliare e quindi questi cinque mesi mi serviranno per arrivare al massimo alla Juve".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport