Inter-Roma, Spalletti: "A volte abbiamo paura di non farcela. Santon non si scusi"

Serie A
L'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti, foto Getty

Un pareggio acciuffato nel finale per l'Inter, riuscita a vanificare il gol di El Shaarawy con l'acuto di Vecino. Luciano Spalletti ha parlato della prestazione della sua squadra, commentando anche l'arrivo di Rafinha

CLICCA QUI PER RIVIVERE INTER-ROMA

POST PARTITADI FRANCESCO - PAGELLE - CLASSIFICA

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE IN TEMPO REALE

Prima lo spavento per il gol di El Shaarawy, poi il sospiro di sollievo per il pareggio di Vecino, arrivato a quattro minuti dalla fine. L’Inter riacciuffa la Roma quasi all'ultimo respiro, mantenendo tre punti di vantaggio in classifica seppur con una partita in più. Un match difficile e complicato per i nerazzurri, riusciti a raddrizzarla dopo le numerose occasioni da gol sventate da un Alisson in serata di grazia. Un punto che soddisfa Luciano Spalletti, non contento però del tutto della prestazione della sua squadra: "Abbiamo quasi meritato di vincerla, abbiamo costruito quella reazione che alla fine ci avrebbe potuto permettere di portare a casa i tre punti" le parole di Spalletti a Sky Sport. "I calciatori si sono liberati di quella tensione che a volte manifestano e che io non riesco a capire. A volte non ci si prende la responsabilità del livello di classifica che si vuole avere, questa squadra sta facendo quello che deve fare. Non abbiamo il carattere così forte, troppe volte ci viene di avere un atteggiamento di scoramento. Questa squadra ha fatto vedere di avere dei valori, quindi merita tutto quanto sta ottenendo".

"Santon non deve scusarsi"

Spalletti poi difende Santon per l'errore decisivo sul gol segnato da El Shaarawy: "Non deve chiudere scusa a nessuno. Anzi, se lo fa non lo faccio più giocare. Non è facile parlare dal divano e dai salotti, sul campo è tutta un'altra cosa: sono cose che succedono"

Alisson vero uomo

Luciano Spalletti poi esalta le qualità di Alisson, autentico protagonista del match di San Siro: "Alisson l’ho penalizzato nella stagione scorsa, ho deciso di far giocare Szczesny perché veniva da un grandissimo campionato. E’ un uomo vero,  ha un carattere e una forza incredibile. Merita una grande squadra e merita gli elogi che gli vengono fatti".

Ecco Rafinha

Per concludere Spalletti si sofferma su Rafinha, nuovo acquisto dell'Inter sbarcato questa sera a Milano: "Ha bisogno di allenarsi e di giocare, siamo noi che dovremmo metterlo in condizione di poterci aiutare. Oggi abbiamo cambiato qualcosa, modificando l'assetto a centrocampo ma non sono stato contento di quanto visto. In alcuni momenti abbassiamo troppo il livello di gioco, scomparendo dal campo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.