Napoli, Hamsik: "Scudetto? Ci credo". La maglia del record al museo MANN

Serie A

Il capitano del Napoli ha dimostrato ancora una volta il proprio attaccamento al capoluogo campano consegnando la maglia con la quale ha stabilito il record di reti in maglia azzurra al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. "Lo scudetto? Ci crediamo, da adesso ogni gara come una finale"

CALCIOMERCATO - TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Un legame fortissimo, che va oltre il calcio. Marek Hamsik e Napoli, un connubio ormai inscindibile. Sempre più legato al capoluogo campano il centrocampista slovacco, che con la maglia azzurra ha stabilito il record storico di marcature. 116 gol, miglior realizzatore di sempre, superato anche Diego Armando Maradona. E quest’oggi il capitano del Napoli ha depositato al MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, la maglia con la quale ha stabilito il primato. 

Felice di far parte della storia del club

Tanta emozione per il capitano azzurro, che dopo le fotografie di rito è intervenuto ai microfoni dei cronisti presenti  alla mostra 'Napoli nel Mito' al MANN. "Di sicuro fa un certo effetto. Sono passati dieci anni da quando sono arrivato, ovvero tre quarti della vita di un calciatore. Segnare tutti questi gol è bellissimo – ha detto Hamsik - e sono contento di essere riuscito a fare qualcosa di simile giocando da centrocampista. Sono felice di far parte della storia del Napoli. Nella mia testa ancora non me ne sono reso conto, ma la gente me lo ricorda sempre e quando smetterò ricorderò questa carriera. Non avevo mai pensato di consegnare una maglia ad un museo, il mio pensiero era quello di diventare un calciatore professionista e giocare in una grande squadra. Ci sono riuscito e questo è un bonus in più per la mia carriera. Adesso spero di riuscire a raggiungere qualcosa di ancora più importante. I gol ai quali sono più legato? Sono tanti quelli belli ed importanti, ma di certo quelli che portano dei trofei si ricordano con più piacere, quindi direi quello contro la Juventus in Coppa Italia".

Scudetto, crediamoci. Ogni gara una finale

Poi inevitabile un pensiero sul campionato, il centrocampista slovacco ha parlato dell’obiettivo scudetto. "Dopo 20 giornate siamo in testa e stiamo combattendo per arrivare fino alla fine, il pensiero dello scudetto c’è ed è forte. Dobbiamo crederci, sulla carta ci aspettano partite facili, ma sul campo sono tutte difficili – ha avvisato Hamsik -, per cui dobbiamo soltanto lavorare a testa bassa e lottare per portare a casa il maggior numero di vittorie possibili. Vogliamo sfruttare al massimo le gara al San Paolo, giocare davanti ai nostri tifosi è sempre stata la nostra forza. A Bergamo con l’Atalanta abbiamo dimostrato maturità? E’ una squadra contro la quale non avevamo fatto buoni risultati, siamo stati determinati e abbiamo portato a casa una vittoria fondamentale. Ma adesso ogni gara sarà fondamentale, dobbiamo pensare a quella più vicina e considerarla sempre la più importante. Ora dobbiamo concentrarci su ogni partita come fosse una finale". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.