Milan-Lazio, Nesta pensa al futuro: "Un giorno vorrei allenarle"

Serie A

Alessandro Nesta, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, svela le sua ambizioni: “In futuro i piacerebbe allenare sia Milan che Lazio” - prossime rivali nel 22° turno di Serie A. “Inzaghi e i suoi sono da Champions, a Gattuso serve tempo e trovare continuità”. E ancora: “Bonucci-Romagnoli potenzialmente tra i migliori al mondo. Italia? Vedrei bene Ancelotti Ct”

SERIE A, IL PROGRAMMA DELLA 22^ GIORNATA

LE PROBABILI FORMAZIONI

CALCIOMERCATO - TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Un doppio ex, e una doppia bandiera. Con due allenatori che non può che definire “amici”, compagni di squadra. Per tre anni con Simone Inzaghi. Per dieci stagioni con Gennaro Gattuso. Milan-Lazio per Alessandro Nesta è anche e soprattutto un derby del cuore, e ne ha parlato con la Gazzetta dello Sport, del momento delle due squadre e anche delle sue ambizioni: “Le allenerei tutte e due. L’obiettivo personale e l’ambizione ci sono - ha detto l’ex allenatore dei Miami FC - la Lazio è da Champions, il Milan al massimo può ambire all'Europa League. Più che altro auguro a Gattuso di trovare continuità. Diciamo 2-3 anni ben fatti, dopo i quali se ne va e... arrivo io”. Con annessa risata, perché quella di Nesta è una battuta, al momento, ma in futuro chissà… Intanto l’ex numero 13 rossonero continua a studiare come allenatore: “Mi sono arrivate proposte dall’estero. In Italia non è facile: ho parlato con il Crotone, ma probabilmente non sono ancora pronto. E comunque a marzo in Italia ci torno, per studiare un po’, mi incuriosiscono Gasperini, Sarri e Conte”.

#MilanLazio: le mie due maglie... #SerieATim 🔴⚫⚪🔵

Un post condiviso da Alessandro Nesta (@nesta) in data:

"Al Milan serve tempo"

Domenica il Milan ospiterà a San Siro la Lazio per sfatare il tabù contro le big di Serie A, che lo ha sempre visto soccombere. Per Nesta uno come Gattuso “rimane un compagno di squadra, è strano vederlo in panchina. Spero che possa far ripartire un ciclo vincente. Rino sta mettendo a posto i cocci, ma per ricostruire una squadra occorrono anni, non due mesi - prosegue Nesta - la Lazio ne è un esempio, ha fatto cose importanti, ha valorizzato la rosa e c'è un progetto. Purtroppo la bacchetta magica non ce l'ha nessuno”. Vero, un progetto lungo, ma con anche il rischio di bruciarsi come già capitato ad altri ex compagni dello stesso Nesta, vedi Seedorf, Inzaghi e Brocchi: “Al Milan è impossibile dire di no”. Soprattutto quest’anno, che la rosa sembra migliore, nonostante la crisi di metà girone d’andata: “La scelta di Bonucci di passare dalla Juve al Milan è stata molto coraggiosa, ma l'ha caricato di troppe responsabilità. Eppure la coppia con Romagnoli potenzialmente è fra le migliori dell'intero panorama”, parola di uno dei migliori centrali difensivi di sempre. Infine per Nesta due battute anche su Var e Nazionale: “La tecnologia è un bene, anche se va perfezionata. Maldini uomo giusto per la Figc, con Ancelotti Ct”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.