Juventus, Lichtsteiner: "Quanto mi è mancata la Champions! Mettiamo pressione al Napoli"

Serie A

Il giocatore svizzero è riuscito a strappare un posto nella lista Uefa, un motivo in più per sorridere in questa stagione iniziata non al meglio. Per quanto riguarda il duello con il Napoli poi ammette: "Non conta giocare prima o dopo"

Il mese di febbraio per Stephan Lichtsteiner è cominciato meglio del previsto, il giocatore svizzero infatti è stato inserito nella lista Uefa presentata dalla Juventus per la seconda fase della Champions League. Un modo per ritrovare il sorriso e vincere l’ennesima sfida della sua carriera in bianconero, costellata di vittorie e trionfi. Da un lato il fascino europeo, dall’altro la serie A, dove la Juventus continua il suo duello con il Napoli. Un testa a testa entusiasmante in cui il club campione d’Italia potrebbe spuntarla sfruttando un’arma in particolare, l’abbondanza della propria rosa. "Siamo competitivi perchè abbiamo una rosa abbastanza lunga – le parole di Lichtsteiner a Sky Sport - dalla panchina possono subentrare calciatori di grande qualità che non abbassano il livello di gioco. Questo è senza dubbio un pregio anche quando accadono degli infortuni, avendo a disposizione tanti calciatori forti l’allenatore ha la sicurezza che chi sostituirà gli assenti sarà all’altezza della situazione. Il testa a testa con il Napoli? Dobbiamo lavorare sui nostri impegni senza dare eccessiva importanza al risultato degli azzurri. Ci impegneremo per mettergli pressione, solo più avanti capiremo se lo scontro diretto sarà decisivo. Giocare prima del Napoli non conta, se giochi prima gli metti pressione e se giochi dopo vedi il risultato degli altri e devi reagire. Quindi non fa molta differenza secondo il mio punto di vista". 

Il 'ritorno' in Champions

Ad inizio anno l’esclusione dalla lista Uefa, adesso il nuovo inserimento. Lichtsteiner si gode la scelta di Allegri, sottolineando di aver avuto nostalgia dell’atmosfera europea: "Mi è mancato giocare la Champions, andare allo stadio e sentire la musichetta è stata dura. Speriamo di arrivare in finale come l’anno scorso con un esito diverso così saremmo più contenti. Sono rimasto sorpreso dall’esclusione ad inizio stagione, però bisogna anche capire le scelte del mister. Ha deciso di lasciare fuori me perché mi conosce e sapeva che avrei reagito alla grande, continuando a giocare bene. Favorite per la vittoria? Ci sono squadre forti che possono vincere la Champions, noi dovremo stare attenti contro il Tottenham e poi vedremo. Ho visto una squadra molto forte contro lo United, molto tecnica e fisica. Giocano benissimo la palla, fanno un buon pressing e devo dire che sono molto tosti".

Capitolo rinnovo 

Un rinnovo che stenta ad arrivare, Lichtsteiner però dimostra di non avere fretta: "Parlo spesso con la società perché è da tanti anni che stiamo insieme, io non so cosa succederà poi parleremo del rinnovo a giugno. Sono concentrato su questi mesi, perché ci aspettano mesi difficili. Vedremo poi cosa succederà. Buffon? Proveremo a convincerlo a continuare, alla fine sarà una sua scelta ma sarebbe un peccato se si ritirasse".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.