Fiorentina, doppia lesione per Laurini: ancora incerti i tempi di recupero

Serie A

Il difensore viola ha riportato nel corso della gara contro il Bologna una lesione del muscolo abduttore del quinto dito e del muscolo quadrato plantare del piede sinistro: iniziate le cure, ancora incerti i tempi di recupero

BOLOGNA-FIORENTINA 1-2: GOL E HIGHLIGHTS

Dal campo soltanto sorrisi, con il bel successo esterno sul campo del Bologna a scacciare lo spettro di una crisi dopo i due pesanti ko consecutivi contro Sampdoria ed Hellas Verona, ma per la Fiorentina non arrivano buone notizie dall’infermeria. Stefano Pioli, infatti, nelle prossime gare sarà costretto a fare a meno di Vincent Laurini. Sostituito per infortunio nella ripresa della gara del Dall’Ara, il terzino francese è stato sottoposto ad accertamenti strumentali che hanno evidenziato una doppia lesione muscolare al piede sinistro. Ancora incerti i tempi di recupero, l’ex Empoli ha già intrapreso le cure del caso

Il report medico

A fare chiarezza sulle condizioni di Lurini ci ha pensato la stessa società viola attraverso questo report medico apparso sul proprio sito ufficiale: "La Fiorentina comunica che il calciatore Vincent Laurini, nel corso della partita di ieri, ha riportato una lesione del muscolo abduttore del quinto dito e del muscolo quadrato plantare del piede sinistro. Il calciatore ha già iniziato le cure del caso e le sue condizioni verranno rivalutate nel corso dei prossimi giorni".

Pioli: "Con la Juve vogliamo una soddisfazione"

Nel frattempo alcuni esponenti della Fiorentina hanno partecipato a Palazzo Vecchio alla presentazione del libro "Una vita in gioco", scritto da Chantal Borgonovo, moglie del compianto ex giocatore viola Stefano. Tra i presenti anche Stefano Pioli, che ai microfoni dei cronisti presenti ha voluto ricordare Borgonovo, prima di parlare della prossima sfida di campionato contro la Juventus. "Borgonovo era un grande giocatore – ha detto l’allenatore della Fiorentina -, ma oggi sono qui come amico e suo ex compagno. Di lui ricordo la serenità e la felicità che gli appartenevano e che riusciva sempre a trasmettere, stare insieme significava passare delle giornate piacevoli. La prossima gara contro la Juventus? Non è mai una partita come le altre, rappresenta la partita per noi e per tutta Firenze, per questo speriamo di ottenere il massimo. Vogliamo una soddisfazione, significherebbe tanto in una stagione di ricostruzione e rinnovamento come questa. Sappiamo bene quanto vale questa partita e quanto può essere importante per il nostro futuro. Un bilancio dopo i primi otto mesi da allenatore della Fiorentina? Ci siamo trovati subito, spero che questa avventura possa proseguire ancora a lungo. Mi piacerebbe che ritornasse quell’ambiente sereno e passionale che c’era quando io giocavo con Borgonovo, lo stadio era pieno di passione ed entusiasmo. Lavoriamo affinché torni così".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport