Milan, Gattuso e lo scherzo di Gascoigne: "Che ricordi con 'Gazza' ai Rangers"

Serie A
gattuso_getty

L'allenatore rossonero, nel corso di un'intervista a FourFourTwo, ha ricordato gli inizi della sua carriera e l'esperienza ai Rangers Glasgow, segnata anche dalla convivenza nello spogliatoio con il pittoresco Gascoigne: "Fu sempre gentile con me, ma lo scherzo lo ricordo ancora oggi"

MILAN, KALINIC OUT CONTRO LA SPAL

MILAN, ALLENATORE ANCHE IN FUTURO? PIU' DI UN'IDEA

Un tuffo nel passato, quando ancora non era "Ringhio". Ma un giovane centrocampista che muoveva i primi passi nel calcio, cercando di vincere le proprie paure e le difficoltà. Gennaro Gattuso si è raccontato in un'intervista rilasciata alla rivista FourFourTwo, parlando in particolar modo del periodo trascorso in Scozia, a Glasgow, con la maglia dei Rangers. Stagione 1997-98, l'attuale allenatore del Milan reduce da due anni tutt'altro che esaltanti a Perugia: "Porto con me dei grandi ricordi sulla stagione con i Rangers - confessa Gattuso - quel periodo l'ho amato e lo amo ancora, perché proprio lì cominciai a pensare da calciatore professionista. A Perugia avevo paura di sbagliare, mi mancava qualcosa mentalmente e non ero abbastanza forte. In Scozia però migliorai e capii che avrei potuto disputare una carriera ad alti livelli".

The one and only Gazza

E tra i compagni avuti, un posto speciale nel cuore di Gattuso lo ricopre Paul Gascoigne. Figura controversa, personaggio istrionico, talento in campo. E da poco sbarcato anche su Twitter, dove dispensa quasi un selfie al giorno. "Nei Rangers giocavano grandi calciatori come Brian Laudrup, Jonas Thern, Paul Gascoigne. Anche se Gazza non era il massimo dal punto di vista del comportamento - continua Gattuso - lo ringrazio comunque. Perché mi diede tanti consigli davvero importanti e mi aiutò ad inserirmi in quella realtà nuova e lontana, com'era Glasgow per me ai tempi. Porterò con me per sempre tanti ricordi con lui, anche se... Mi accolse facendo i propri bisogni nei calzini!". Uno scherzo mica da poco, che però non cambia il pensiero di Gattuso: "A parte questo, con me fu sempre gentile. Farò in modo che la gente si ricordi del suo grande cuore".

SERIE A: SCELTI PER TE