user
10 febbraio 2018

Crotone Atalanta 1-1, Palomino risponde a Mandragora sotto la pioggia. Gol e highlights

print-icon

1-1 tra Crotone e Atalanta nel terzo anticipo della 24^ giornata di Serie A. Sfida condizionata da pioggia e vento: le reti nel finale con Palomino che risponde a Mandragora. La squadra di Gasperini sale a 37 punti, quella di Zenga a quota 21

CLICCA QUI PER LA CRONACA DI CROTONE-ATALANTA

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICA

 

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Crotone-Atalanta 1-1

80' Mandragora (C), 88' Palomino (A)

Crotone (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Benali, Barberis (68' Ajeti), Mandragora; Trotta (76' Ricci), Budimir (86' Pavlovic), Nalini. All. Zenga
Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer (83' Barrow), De Roon, Cristante, Spinazzola; Ilicic; Cornelius, Petagna (55' Freuler). All. Gasperini

Ammoniti: Palomino, Capuano, Budimir, Faraoni, Toloi, Nalini

PRIMO TEMPO

Secondo anticipo della 24^giornata di Serie A tra Crotone e Atalanta. Una sola novità per Zenga rispetto al pareggio di San Siro contro l’Inter con Budimir che sostituisce Ricci. Gasperini, a cinque giorni dalla sfida di Europa League contro il Borussia Dortmund, si affida al consueto 3-4-1-2 con Ilicic alle spalle dell’inedita coppia d’attacco Cornelius-Petagna. Partita condizionata dal forte vento e dal terreno pesante per le abbondanti piogge che si sono abbattute sulla Calabria nelle ultime 24 ore. Al secondo minuto ci prova il Crotone con Nalini che crossa dalla fascia sinistra ma Trotta non riesce a girare verso la porta di Berisha. Al sesto si vede l’Atalanta con Cristante che colpisce il palo esterno, ma il gioco era stato fermato dall’arbitro Massa per un fallo di Cornelius ai danni di Ceccherini. All’11’ si rivede il Crotone con  Trotta che ci prova dalla lunga distanza, con il pallone che si spegne a lato. Un minuto più tardi ci provano i nerazzurri con un sinistro di Petagna che termina distante dalla porta di Cordaz. La prima grande occasione è per il Crotone al 17’ con un sinistro di Martella molto insidioso, deviato in calcio d’angolo da Berisha. Dopo due minuti è ancora Berisha a salvare la porta dell’Atalanta su una conclusione all’incrocio dei pali di Nalini. Dopo 25 minuti si rivede la squadra di Gasperini con una punizione dal limite di Ilicic: Cordaz si distende sul tiro dello sloveno. Un minuto più tardi è invece l’olandese de Roon a sfiorare il vantaggio con una conclusione deviata, che termina a lato di pochissimo. Al 29’ azione di Mandragora che si porta avanti il pallone e conclude di sinistro da lontano, ma senza fortuna. Nell’ultimo quarto d’ora del meno emozioni, con Palomino che riceve il primo cartellino giallo del match dopo 35 minuti per una spinta ai danni di Budimir, e Cornelius che viene anticipato da Capuano prima di concludere in porta a un minuto dalla fine del primo tempo.

SECONDO TEMPO

Ritmi bassi all’inizio del secondo tempo con l’Atalanta che prova a prendere in mano la partita. Al 52’ ammonizione per Capuano che trattiene Cornelius: il difensore del Crotone è il secondo ammonito del match. Dopo 10 minuti della ripresa la prima sostituzione della partita la effettua Gasperini, che inserisce Freuler al posto di Petagna. Cristante avanza sulla trequarti con Ilicic che affianca Cornelius in avanti. I nerazzurri ci provano in tre occasioni: al 60’ Cornelius mette un traversone dalla destra nel tentativo di trovare Ilicic in area ma la difesa del Crotone allontana il pallone, al 62’ Spinazzola crossa in area ma Ceccherini copre bene e anticipa Cornelius, al 66’ è ancora l’esterno sinistro dell’Atalanta a cercare il taglio della punta danese che però non riesce ad agganciare il pallone. Al 68’ primo cambio anche per Zenga che inserisce Ajeti al posto di Barberis, e dopo due minuti il Crotone torna a essere pericoloso con Martella che cerca Budimir con un cross: bravo Palomino ad anticipare il croato in calcio d’angolo. Al 75’ calcio d’angolo per l’Atalanta: Cristante fa la sponda per Masiello che però non impatta bene il pallone da ottima posizione. Al 76’ ammonito anche Budimir per una sbracciata ai danni di Masiello e subito dopo Zenga cambia anche in attacco inserendo Ricci al posto di Trotta. Dopo 80 minuti si sblocca la partita: Mandragora porta in vantaggio il Crotone dopo un errore di Berisha, che non trattiene un colpo di testa di Ajeti. Gasperini non si arrende e all’83’ inserisce Barrow, attaccante classe 1998, al posto di Hateboer. Cartellino giallo anche per Toloi, che interviene in scivolata su Budimir. Zenga cerca di coprirsi sostituendo proprio il croato con Pavlovic, ma l’Atalanta trova il pareggio a due minuti dalla fine con Palomino che ribasisce in rete una respinta di Cordaz dopo una conclusione di Masiello. Gli ospiti credono nella vittoria e hanno l’opportunità con Cristante al 91’, ma Cordaz blocca senza problemi la conclusione rasoterra del centrocampista nerazzurro. L’Atalanta (che sale a 37 punti) viene scavalcata dal Milan, mentre il Crotone (21 punti) guadagna un punto sulla Spal sconfitta nel pomeriggio proprio dai rossoneri.

SERIE A 2017-2018, TUTTI I VIDEO

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi