Sampdoria-Verona, Pecchia: "Sconfitta pesante, serve più lucidità. Continuiamo a crederci"

Serie A

L'allenatore gialloblu dopo la sconfitta del Ferraris: "La Sampdoria ha meritato, abbiamo fatto un passo indietro rispetto alla Roma. Salvezza? I giocatori sono in grado di dare il loro contributo, non smettiamo di lottare"

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICA AGGIORNATA

Una brutta sconfitta, che frena ancora una volta l’Hellas Verona. A Genova nessun messaggio positivo dai gialloblu: finisce 2-0 per la Sampdoria, che avrebbe potuto vincere anche con un risultato più largo. Non soddisfatto della prestazione dei suoi Fabio Pecchia, che così ha parlato a fine gara: “È stata una sconfitta pesante - ha ammesso - la Samp ha meritato. Un passo indietro, anche rispetto al match contro la Roma. In questi momenti si può pensare che le difficoltà aumentano. La squadra deve continuare a crederci, ci sono tante situazioni da poter sfruttare”. Su ciò che non ha funzionato: “Oggi abbiamo avuto meno entusiasmo, poca personalità rispetto ad altre partite. Quando devi competere con squadre di grandi palleggiatori subisci e subisce tutta la squadra. Kean? È un ragazzo giovane, ma i nuovi arrivi devono entrare nel contesto della squadra perché ne abbiamo bisogno”.

"Dobbiamo mantenere lucidità"

Una battuta, poi, sul mercato di gennaio operato dalla società: “Abbiamo qualche punto in più rispetto girone di andata. Il discorso dei nuovi arrivati non c’è: a Firenze abbiamo infatti realizzato quattro gol. Io continuo a pensare che i giocatori siano in grado di dare il loro contributo, bisogna mantenere l’unità. Sapevamo che la stagione sarebbe stata impegnativa, ma dobbiamo mantenere questa coesione. Le sconfitte ci sono, il trend mi sembra abbastanza simile con le altre squadre. Dobbiamo mantenere questa lucidità”. Su Matos, poi, e i singoli: “Ryder può ricoprire tutti i ruoli senza dare punti di riferimento. Crea opportunità, spacca le squadra, così come Aarons. Nicolas è stato straordinario e pure Fares ha fatto una buona prestazione. È migliorato anche Vukovic, però noi questa partita dobbiamo mettercela alle spalle e se vogliamo vincere contro le altre squadre dobbiamo avere una personalità diversa”, ha concluso l’allenatore gialloblu.

I più letti