Atalanta, ripresa immediata verso il Borussia

Serie A
L'Atalanta festeggia il gol di Petagna contro la Fiorentina (Getty)

Dopo il pareggio contro la Fiorentina la squadra è tornata lavorare a Zingonia: Cornelius ko per influenza, differenziato per Rizzo. Il Papu ci crede: "Abbiamo già dimostrato di poter far male alla squadra tedesca, ci proveremo con tutte le nostre forze"

Non c’è tempo per fermarsi, l’Atalanta torna subito in campo dopo il pareggio casalingo contro la Fiorentina per preparare al meglio l’importantissima sfida di giovedì a Reggio Emilia contro il Borussia Dortmund. I nerazzurri partono dallo svantaggio di 2-3 dopo la gara d’andata giocata in Germania ma consapevoli di poter dare il massimo per cercare una qualificazione agli ottavi che potrebbe diventare storica. La fiducia c’è, la voglia di stupire ancora anche. Con questo spirito la formazione di Gian Piero Gasperini ha ripreso la preparazione a Zingonia questa mattina. L’appuntamento è al Mapei Stadium alle 21:05 di giovedì per scrivere la storia. Come riporta il sito ufficiale nerazzurro l’allenatore Gasperini e il suo staff tecnico hanno diretto una seduta di lavoro sul campo principale del centro sportivo Borlotti in cui non si è però visto Cornelius rimasto ai box per influenza. Oltre all’attaccante, anche Rizzo ha proseguito con il programma di lavoro personalizzato senza prendere parte alla seduta seguita dal resto dei compagni. Per la giornata di domani, sempre a Zingonia, è previsto un allenamento a porte chiuse.

"Tra noi c’è una chimica speciale"

"Ci crediamo con tutte le nostre forze” ha dichiarato a Sky Sport il Papu Gomez dopo l’1-1 contro la Fiorentina riferendosi proprio alla sfida di ritorno contro il Borussia Dortmund: "Abbiamo già dimostrato di poter fare male all’avversario e a Reggio ci sarà il nostro pubblico a darci un’ulteriore spinta. Sicuramente dovremo stare attenti a non prendere gol e proveremo a giocare in maniera intelligente. C’è una chimica speciale tra noi nello spogliatoio, chi entra fa bene e questo è sintomo della forza e della compattezza del gruppo”. Un ottimismo dovuto anche alla condizione fisica in costante miglioramento: “Io finora ho quasi sempre avuto qualche acciacco - ha confessato ancora l’argentino - per questo non riuscivo a rendere al 100% ma contro la Fiorentina mi sono sentito molto bene, ora quello che conta è finire bene la stagione dando sempre il massimo e provando a centrare la qualificazione agli ottavi di Europa League". E’ questa la speranza del Papu e di tutta la squadra di Gasperini che poi sarà attesa anche dalla gara di ritorno di Coppa Italia contro la Juventus e da un finale di campionato da affrontare al massimo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.