Hellas Verona, Pecchia: "Manca serenità, ma la salvezza è alla portata. Ora proviamo a fare punti ovunque"

Serie A

Ancora una sconfitta per l’Hellas Verona, ko all’Olimpico contro la Lazio sotto i colpi del capocannoniere Immobile. Deluso a fine gara l’allenatore gialloblu, che ha parlato così ai microfoni di Sky Sport: "Siamo stati troppo timidi, eravamo venuti per fare punti. La salvezza? E' alla portata: abbiamo qualità, ma ci manca serenità"

LAZIO-H.VERONA 2-0: GOL E HIGHLIGHTS

Niente da fare, non è bastata una buona prova all’Hellas Verona per portare a casa qualche punto dall’Olimpico. Superiore la Lazio, che nella ripresa ha fatto valere la maggiore esperienza e ha capitalizzato le occasioni grazie a Ciro Immobile, autore di una doppietta e sempre più capocannoniere del campionato. I gialloblu rimangono così fermi al penultimo posto in classifica, per la delusione di Fabio Pecchia. Al termine della gara l’allenatore gialloblu è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. "Siamo stati troppo timidi - ha detto Pecchia -, anche se nei primi minuti abbiamo fallito delle ripartenze importanti e potevamo metterli in difficoltà in questo modo. Abbiamo affrontato una squadra che viene, al di là dei risultati, era carica: ha spinto, ci ha messo in difficoltà e ci ha costretto a stare bassi. Un po' la forza della Lazio, un po' i nostri errori in ripartenza, senza i quali avremmo potuto tenere viva la partita, hanno determinato il risultato. Così la Lazio nella prima mezz'ora ha potuto fare una sola fase. Non siamo riusciti a creare grattacapi, noi eravamo venuti qua per provare a fare dei punti".

La qualità c'è, manca serenità: salvezza comunque alla portata

Dopo una serie di partite proibitive, il calendario adesso darà l'opportunità all'Hellas Verona di affrontare diverse dirette concorrenti per la salvezza. Secondo Pecchia, però, la mentalità deve essere qualla di provare a fare punti indipendentemente dall'avversario. "Ora arrivano le partite abbordabili? Noi dobbiamo provare a fare risultato su ogni campo - ha spiegato l'allenatore gialloblu -, in questo momento abbiamo affrontato squadre di un certo livello, ma chi lotta per questo obiettivo deve pensare a fare punti ovunque e contro chiunque. Noi, ad esempio, abbiamo sbagliato la partita in casa con il Crotone e poi siamo andati a Firenze a vincere. Quindi, al di là, del calendario, noi dobbiamo pensare a recuperare perché siamo indietro, ma l'obiettivo continuo a vederlo alla nostra portata. Io non so quale sarà la quota salvezza, mi rammarico perché abbiamo giocatori di qualità e lo abbiamo dimostrato a Firenze e a Genova, anche i giocatori che sono arrivati a gennaio sono importanti e hanno caratteristiche specifiche che possiamo e dobbiamo sfruttare meglio. Per me non è una questione di qualità, perché i miei giocatori ce l'hanno e l'hanno dimostrato, secondo me è una questione di approccio alla gara con la giusta mentalità e con personalità. Tante volte degli errori banali sono legati alla mancanza di serenità che si verifica in certe situazioni". 

I più letti