Di Francesco contro Gattuso, sfida di corsa e sostanza

Serie A

Da giocatori hanno vinto entrambi lo scudetto con le maglie del club che oggi allenano. La sfida sulle panchine è inedita: Di Francesco cerca tre punti che consolidino il terzo punto, ma "Ringhio" vuole mantenere la sua imbattibilità nel 2018

ROMA-MILAN, "COSE TURCHE"

IL SUPER SUNDAY DI SKY SPORT

LE PROBABILI FORMAZIONI

Di Francesco e Gattuso, nove anni di differenza, si sono incrociati sui campi di Serie A tra la fine degli anni Novanta e i primi anni Duemila. Nel posticipo della 26^ giornata di Serie A tornano a sfidarsi all'Olimpico, questa volta da allenatori. L'ultimo faccia a faccia risale al 7 maggio 2000, con la Roma di Capello che schierava Totti e Montella e quel numero 11 tutta corsa e abnegazione. Dall'altra parte, Zaccheroni si affidava al numero 8 che ha conquistato tutti i tifosi delle squadre in cui ha giocato, per il suo spirito da indomabile lottatore. Quella partita finì 1-1, reti di Zago e Sheva su rigore. Un pareggio, risultato che da allenatore non si è mai verificato nei 10 confronti collezionati da Di Francesco con il Milan (bilancio di 5 vittorie e 5 sconfitte).

In comune hanno il Perugia. La culla di Rino, che dalle giovanili (vincendo due campionati Primavera) è passato in prima squadra esordendo in Serie A, rappresenta invece l'ultimo capitolo della carriera di Eusebio, che con gli umbri ha giocato la seconda parte della stagione 2003-2004 in Serie A e il campionato 2004-2005. La genesi di Gattuso è stato il punto di arrivo di Di Francesco. Per l'attuale allenatore del Milan, infatti, Perugia ha rappresentato il trampolino di lancio di una carriera che di fatto è esplosa all'estero: l'esperienza in Scozia, con i Glasgow Rangers, ha formato Gattuso che si è meritato il soprannome di "Braveheart" per la sua attitudine che negli anni non ha fatto altro che confermare. Una volta tornato in patria, non a caso, è diventato "Ringhio". Oggi lui e Di Francesco si ritrovano "alla pari", da allenatori di due club di Serie A ancora in corsa nelle rispettive competizioni europee.

Il palmarés da calciatori pende dalla parte di Gattuso in modo quasi impietoso. Con il Milan vince di tutto: 2 scudetti, 1 Coppa Italia, 2 Supercoppe italiane, 2 Champions, 2 Supercoppe Uefa, 1 Coppa del mondo per club. In Nazionale, l’Europeo Under 21 del 2000 e l'indimenticabile Mondiale 2006. Per Di Francesco uno scudetto con la Roma (2000-2001) e da allenatore una promozione col Sassuolo nel 2012-2013. In nazionale conta 16 convocazioni tra il 1997 e il 2000, con 13 presenze. Alla vigilia del loro primo confronto da allenatori è difficile stabilire un favorito: i giallorossi hanno il favore del pronostico per il piazzamento in classifica e per il fattore campo, ma i rossoneri stanno vivendo un periodo di forma straordinario, evidenziato anche dai risultati: dal derby di Coppa Italia vinto lo scorso 27 dicembre, il Milan è rimasto imbattuto mantenendo la propria porta inviolata in 7 occasioni, vincendo 8 partite e pareggiandone 3. La Roma, reduce dal ko in Champions con lo Shakhtar, in campionato sembra aver trovato il cinismo che in passato era spesso mancato: 9 punti nelle ultime tre uscite, contro Verona, Benevento e Udinese.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.