Crotone-Roma, Zenga: "E' mancata cattiveria"

Serie A
Zenga, Crotone

L'allenatore della formazione calabrese commenta così la sconfitta contro la Roma allo Scida: "E' mancata cattiveria sotto porta, quando non si finalizzano certe situazioni poi tutto diventa più difficile specialmente contro queste grandi squadre"

CLICCA QUI PER LA CRONACA DI CROTONE-ROMA

SERIE A, CLASSIFICA E RISULTATI

"È mancata cattiveria. Negli spogliatoi ho fatto i complimenti alla squadra perchè ha giocato bene, abbiamo sofferto poco contro una grande squadra e abbiamo concesso poco. Ma quando certe situazioni non vengono finalizzate in allenamento con cattiveria e attenzione poi è difficile riuscire a farlo in partita. Poi contro queste grandi squadre è così, con la loro qualità ti fanno due gol e ti mandano a casa. Grande prova di Alisson? Lui è un portiere che emoziona e quando un portiere emoziona vuol dire che è forte. Se il portiere diventa il migliore in campo, vuol dire che hai un fuoriclasse in un posto importante nello scacchiere della tua squadra", è questa l'analisi di Walter Zenga dopo la sconfitta per 2-0 allo Scida contro la Roma. L'allenatore del Crotone ha poi aggiunto: "Ci attende un calendario complicato? Non ho questo tipo di preoccupazione, altrimenti non farei l'allenatore. Dobbiamo recuperare una partita rispetto agli altri, poi potremo fare una valutazione differente. Siamo a meno uno, ma la squadra ha sempre giocato e creato, questo ci consente di guardare al futuro con attenzione, provando a migliorare nella fase realizzativa".

"Continueremo sempre a giocare a viso aperto"

"Il discorso è sempre lo stesso, se ti difendi ad oltranza, può essere che una partita finisce 0-0. Ma in Serie A c'è grandissima qualità e va affrontata con altrettanta qualità e non con la fisicità a mio modo di vedere. Il Crotone ha sempre giocato a viso aperto, ha sempre fatto la partita, ha sempre cercato di giocare. Questa è la nostra strada e continueremo fino alla fine", ha aggiunto Zenga. "Le due gare perse con Benevento e Spal? Ci sono delle situazioni che non dipendono dalla tua volontà, abbiamo subito un gol con il Cagliari al 94' e in un'altra partita un gol sbagliato da un altro giocatore sempre al 94'. Noi dobbiamo guardare a noi stessi e lavorare per fare più punti possibili", ha concluso l'allenatore del Crotone.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.