Benevento, Vigorito: "Non perdiamo l’entusiasmo"

Serie A
L'entusiasmo della curva del Benevento nella sfida contro la Juventus (Getty)
GettyImages-942945304

"Non sarà un granché, ma siamo una società molto apprezzata, che accetta i verdetti del campo, che ha un seguito enorme e che inizia a riscontrare un certo interesse anche dai media. Cominciamo a essere considerati in modo diverso e lo avvertiamo", ha detto il presidente

Nonostante la buona prestazione, contro la Juventus il Benevento di De Zerbi non è riuscito a portare a casa punti. L’obiettivo, ora, è quello di fare punti nel prossimo impegno - in programma domenica prossima al Mapei Stadium - Città del Tricolore contro il Sassuolo. Sono ripresi questo pomeriggio gli allenamenti della squadra verso la prossima trasferta, con i giallorossi che restano al momento fermi all’ultimo posto con i loro 13 punti. Squadra in campo a partire dalle 15, mentre nelle scorse ore anche il presidente Oreste Vigorito ha avuto modo di tornare a parlare della gara contro i bianconeri e anche delle aspettative in questo finale di campionato. Queste le dichiarazioni riprese dal sito ufficiale del club: "Volevo ringraziare il pubblico presente sabato al Svigorito sbato, un pubblico che accanto a noi sta mettendo un timbro importante su questa Serie A. Volevo ringraziare ancora tutti quei tifosi che mi fanno giungere tanti affettuosi messaggi, attestazioni a me care e importanti. Quest’anno abbiamo fatto passi da giganti. La società muove i suoi passi e dobbiamo conquistarci sempre qualcosa che va al di là della classifica, dei punti e della vittoria di un campionato. Non sarà un granché, ma siamo una società molto apprezzata, che accetta i verdetti del campo, che ha un seguito enorme e che inizia a riscontrare un certo interesse anche dai media".

"Cominciamo a essere considerati in modo diverso e lo avvertiamo sulla pelle. Insieme non dobbiamo disperdere questo patrimonio. E voglio rassicurare tutti, io sono qui. Il mio giro di campo è stato un ringraziamento affettuoso a chi ha voluto in un campionato così difficile distinguere l’impegno dai risultati. L’applauso riservato a me, a mia figlia e alla mia famiglia è stata una carezza che ci ha ripagato di qualche amarezza e che mi fa tenere i piedi ben saldi sul terreno del Vigorito. Il futuro c’è. Noi non siamo la Juventus, ma faremo di tutto per arrivarci il più vicino possibile per le cose belle. L'arroganza e la protesta non ci appartengono, ma la determinazione e la fierezza del popolo sannita sì. Non dobbiamo disperdere quanto di buono è stato fatto. Torneremo in una categoria che abbiamo sognato per 87 anni. Affrontiamola con serenità e maturità. Magari saremo di meno, magari torneremo ad essere quelli che cantano ‘giallo come il sole, rosso come il cuore’, ma non perdiamo l’entusiasmo che abbiamo e vedrete che i mattoncini torneranno al loro posto. Con tranquillità, serenità e con la presenza del presidente Vigorito e di tutti quelli che sono già al lavoro per portare avanti qualcosa di buono. Una cosa è certa ci stiamo già adoperando".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport