Bologna-Hellas Verona, Pecchia: "Meritavamo il pari. Credo alla salvezza"

Serie A

L'allenatore della formazione gialloblù commenta la sconfitta contro il Bologna: "La squadra ha avuto una grande reazione, meritavamo di ottenere il pareggio. Salvezza? Guardiamo alla prossime gare con fiducia, con il Sassuolo sarà determinante"

SERIE A, CLASSIFICA E RISULTATI

Sconfitta per 2-0 al Dall'Ara contro il Bologna, sorpasso al Crotone fallito e classifica che recita penultimo posto a quota 25 punti: domenica amara per l'Hellas Verona che non riesce a confermarsi dopo il bel successo sul Cagliari ottenuto un turno fa. "Usciamo sconfitti da questa gara, ma penso che avremmo meritato il pareggio specialmente per la reazione che abbiamo avuto nel secondo tempo. Purtroppo però è andata così e bisogna guardare avanti", ha ammesso nel post gara l'allenatore gialloblù Fabio Pecchia. Che ha poi proseguito nella sua analisi del match: "Ho avuto risposte positive dai miei ragazzi, soprattutto da chi magari è stato impiegato di meno fino a oggi. Non abbiamo avuto un buon approccio alla gara, il Bologna è partito meglio di noi, poi la squadra ha reagito creando buone occasioni e  sono soddisfatto di questo. Guardiamo avanti con fiducia, ci sono ancora altre partite e daremo tutto per riuscire a centrare l'obiettivo salvezza", ha proseguito Fabio Pecchia.

"Con il Sassuolo sarà una gara determinante"

L'allenatore dell'Hellas Verona ha poi proseguito nella sua analisi del match perso contro il Bologna: "Il risultato è stato sbloccato da una prodezza di Verdi, in genere quando subiamo gol poi concediamo molto di più, oggi invece abbiamo tenuto bene il campo rimanendo ordinati e creando diverse situazioni per pareggiare ma purtroppo non ci siamo riusciti". Pecchia che proietta poi l'attenzione alla prossima gara di campionato, quella che vedrà l'Hellas Verona impegnato contro il Sassuolo: "Per questa gara non avremo a disposizione Caracciolo, speriamo di recuperare tutti per questa partita che a questo punto è diventata determinante. Cerci? La sua reazione è naturale, voleva giocare, ha grande orgoglio e voglia di fare, ma preferisco averlo arrabbiato e non esporlo al rischio di altri infortuni", ha concluso l'allenatore della formazione gialloblù Fabio Pecchia.

I più letti