Video Donnarumma, il portiere chiarisce su Facebook: "Solo uno sfottò in famiglia"

Serie A

In un video postato sul proprio profilo Facebook, il portiere del Milan ha voluto chiarire il significato di un video, finito misteriosamente in rete e diventato subito virale, nel quale il numero 99 rossonero scherza e rivolge battute scurrili allo zio commentando la sua parata su Milik, decisiva nel fermare sullo 0-0 il Napoli

TORINO-MILAN LIVE

GIGIO E LA SUPER PARATA SU MILIK: "UNA DELLE PIU' BELLE IN CARRIERA"

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 33^ GIORNATA

Il video era finito in qualche modo sui social, uno degli effetti indesiderati della vita ai tempi della comunicazione istantanea. E ovviamente era diventato subito virale. La scena è quella di un ristorante, sullo sfondo si percepisce il rumore dei piatti e il vociare dei clienti. In primo piano il faccione di Gigio, al suo fianco probabilmente un amico, che inquadra il portiere del Milan affinché possa mandare un messaggio allo zio, tifoso del Napoli come tutta la famiglia Donnarumma: "Zio scusami - comincia Donnarumma in dialetto napoletano - non l'ho fatto apposta. Volevo levarla quella mano, ma non ci sono riuscito" - continua, riferendosi ovviamente alla parata decisiva su Milik dell'ultimo secondo della sfida contro il Napoli, prima di infierire sempre in dialetto e con un'espressione altamente colorita contro lo zio, tifosissimo della squadra di Sarri.

Insomma, una presa in giro tra parenti. In rete il video è diventato subito virale e non è piaciuto a qualche tifoso del Napoli, che si è sentito deriso dalle parole del portiere proprio di origine partenopea. Per questo, ma anche per chiarire il linguaggio un po' troppo colorito del messaggio, Donnarumma ha voluto chiarire tutto con un video, questa volta 'legale', postato sulla propria pagina Facebook: "Ciao ragazzi, innanzitutto volevo dirvi che mi dispiace se avete frainteso questo mio video che era molto personale e che non so come sia uscito. Volevo dirvi che io lavoro col Milan, quindi faccio il bene per il mio club. Il messaggio che avete ascoltato era solo uno sfottò in famiglia che uso sempre in famiglia e con mio zio prima delle partite. Non era nulla né contro il Napoli né contro i napoletani, era una cosa solo contro di lui. Mi dispiace se qualcuno abbia pensato male e frainteso le mie parole, io sono simpatizzante del Napoli e non ho nulla contro Napoli, che è la mia città. Grazie a tutti"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.