Fiorentina-Napoli. Nardella: "Tifosi, rispettate Firenze", de Magistris: "Stai sereno"

Serie A
Dario Nardella, sindaco di Firenze, e Luigi de Magistris, primo cittadino di Napoli (foto LaPresse)

Scambio di battute tra i sindaci di Firenze e Napoli in vista del match del Franchi, snodo cruciale per lo scudetto. Nardella: "I tifosi rispettino la città, non ammetteremo violenza, i male intenzionati restino a casa". La replica di de Magistris: "Stai sereno, non c'è bisogno di fare appelli, come se i napoletani rappresentassero una specie particolare dalla quale bisogna scansarsi o proteggersi"

NAPOLI, CHE ENTUSIASMO ALLA PARTENZA PER FIRENZE - PIOLI: "SCANSARCI? MACCHé"

PEZZELLA: "POSSIAMO FERMARE IL NAPOLI"

FIORENTINA-NAPOLI, INTERROTTO L'ESODO AZZURRO

Fiorentina-Napoli non si gioca soltanto sul campo. Ad accendere il match del Franchi, gara molto importante per l’assegnazione dello scudetto, contribuiscono anche i sindaci delle due città: Dario Nardella, primo cittadino di Firenze, e Luigi de Magistris, sindaco di Napoli. I due hanno avuto un botta e risposta a distanza, mescolando calcio e politica. Il sindaco di Firenze tiferà per la Fiorentina, nonostante le sue origini partenopee, come spiega ai microfoni di Sky Sport: "Ovviamente non rinnego le mie radici, ho sempre amato la mia città natale, però sono e resto tifoso viola. Firenze è la mia città, ho sempre supportato la squadra. Farò lo stesso domenica. Fare un favore alla Juve? Per come conosco mister Pioli e la squadra, credo che tutti saranno concentrati per vincere. In palio c'è qualcosa di importante, per la Fiorentina e per il Napoli. Sarà una bella sfida, non si penserà alla Juve. I tifosi viola tiferanno ovviamente per Fiorentina, non ci saranno retropensieri, il confronto tra Napoli e Juve è a distanza. Non piace mai perdere, che sia contro il Napoli o contro la Juventus. Tifosi ospiti? Sono state date indicazioni precise per i tifosi del Napoli, mi auguro che sia una giornata di calcio. Faccio un appello alle tifoserie: rispettino la città, ci sta bene il tifo colorito, ma non ammetteremo violenza. I male intenzionati restino a casa loro. Dove vedrò la partita? Da casa, perché non sarò a Firenze. Ma ci saranno tanti membri della famiglia Nardella a tifare".

La replica di de Magistris: "Nardella, stai sereno"

Il riferimento ai tifosi del Napoli non è piaciuto al sindaco della città partenopea, Luigi de Magistris. Il primo cittadino di Napoli risponde così al collega di Firenze: "Nardella può stare sereno, non c'è bisogno di fare appelli, come se i napoletani rappresentassero una specie particolare dalla quale bisogna scansarsi o proteggersi. In tutte le tifoserie del mondo esistono piccole minoranze che nulla hanno a che vedere con il calcio e con il tifo, non mi risulta che questi appelli si facciano ogni volta che c'è una partita. Noi napoletani stiamo dimostrando di essere campioni anche sugli spalti, anche a Torino il comportamento dei napoletani è stato esemplare. Nardella può stare sereno". De Magistris infine sindaco di Firenze "perché mi ha invitato a vedere la partita insieme a lui. Non andrò - spiega - perché a Torino volevo andare, ma mi ha fermato la seduta per l'approvazione del bilancio in Consiglio comunale. A Firenze non vado per ragioni scaramantiche, quest'anno non sono mai andato in trasferta e sono diventato scaramantico pure io".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.