Crotone-Sassuolo, Iachini: "E' mancato il giusto cinismo"

Serie A
Giuseppe Iachini, Sassuolo (Getty)

Il commento dell'allenatore: "Il Crotone ha sbloccato subito la gara con il primo gol e tutto il match ha così preso una piega difficile per noi. Non siamo riusciti a fare quello che avevamo preparato,  abbiamo anche reagito ma quando sei in svantaggio devi cercare di fare gol"

Si ferma la striscia positiva del Sassuolo, che viene sconfitto allo Scida per 4-1 dal Sassuolo. Non basta il gol segnato da Berardi nel finale di primo tempo, decidono le doppiette di Trotta e di Simy e nella ripresa i neroverdi non riescono a rimettere in parità le cose e restano così fermi a quota 37 punti in classifica. Lo scontro salvezza va così ai calabresi, nel prossimo turno la squadra guidata da Giuseppe Iachini affronterà in casa la Sampdoria. E' stato poi lo stesso allenatore neroverde ad analizzare la partita e il momento dei suoi ragazzi; queste le sue dichiarazioni: "La squadra veniva da otto risultati utili consecutivi e in questo modo abbiamo eguagliato il record del Sassuolo in Serie A - ha detto l'allenatore ai microfoni di Sky Sport - oggi dovevamo partire forte e avere la stessa determinazione che avevamo mostrato nelle partite scorse. Invece il Crotone ha sbloccato subito la gara con il primo gol e tutto il match ha così preso una piega difficile per noi. E' un peccato perché non siamo riusciti a fare quello che avevamo preparato in settimana. Nel secondo tempo abbiamo anche reagito, ma quando sei in svantaggio devi essere più cinico e cercare di fare gol e noi purtroppo non ci siamo riusciti".

"Questa non è la mia squadra"

E ancora: "Avevamo preparato tutta un'altra partita ma ne è venuta fuori questa - ha aggiunto l'allenatore neroverde - dovevamo essere più bravi, mettendo in campo la stessa applicazione e la stessa ferocia dell’ultimo periodo. Oggi non siamo però riusciti a fare nulla di quello che avevamo preparato, ripeto. Dobbiamo fare mea culpa, dovevamo essere più bravi a riaprire la gara e a trovare i gol, abbiamo sbagliato molto sul piano tecnico e su altri aspetti, tutti errori che in questi mesi non si erano verificati. Bisogna dare i giusti meriti al Crotone che ha fatto meglio di noi. Adesso testa alla prossima partita. Il mio futuro? Ho un ottimo rapporto con la società e con la famiglia Squinzi, ma adesso penso al campionato perché non mi piace perdere e quella che ho visto oggi non è la mia squadra", ha concluso Iachini.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.