Spal, il presidente Mattioli: "Destino nelle nostre mani, se giochiamo come contro il Verona ci salveremo"

Serie A
mattioli_spal_getty

Le parole del presidente biancazzurro dopo l’importante vittoria contro l’Hellas Verona ed in vista del finale di campionato: "Se giochiamo ancora come contro i gialloblu riusciremo a salvarci"

SERIE A, IL PUNTO SULLA LOTTA SALVEZZA

Una vittoria importantissima. Terzultimo posto in classifica momentaneamente abbandonato, qualora il campionato fosse finito adesso la Spal sarebbe salva. Risposta di orgoglio da parte della squadra di Leonardo Semplici, che è riuscita a ribaltare la situazione allo stadio 'Bentegodi' contro l’Hellas Verona, condannando di fatto i gialloblu di Fabio Pecchia. Sotto nella prima frazione di gioco a causa della rete di Valoti, i biancazzurri hanno prima ripreso gli avversari sul finale del primo tempo (autogol di Fares), mentre nella ripresa si sono imposti grazie alle firme di Felipe e Kurtic. Tanta soddisfazione nelle parole del presidente della Spal Walter Mattioli, che è già proiettato al prossimo impegno, la sfida contro il Benevento già retrocesso. "Contro l’Hellas Verona abbiamo iniziato male – ha detto Mattioli -, ma nel secondo tempo abbiamo dimostrato di essere un’altra squadra rispetto a quella che si era vista in una prima fase. Abbiamo aggredito l’avversario, facendo una grossa prestazione e non concretizzando come avremmo dovuto tutte le occasioni che abbiamo creato. I giocatori hanno dato tutto, quindi la vittoria è stata meritata. Fondamentale, adesso, è concentrarsi sulla prossima sfida interna contro il Benevento, loro giocheranno con il coltello tra i denti e non ci regaleranno nulla. Già lo sappiamo, quella contro i giallorossi è una partita che dovrà essere preparata nei minimi particolari. Portare a casa altri tre punti fondamentali ci permetterebbe di fare un salto importante in classifica".

Preoccupato per Lazzari. Il destino è nelle nostre mani

Il presidente della Spal si è poi detto in ansia per le condizioni di Manuel Lazzari, che contro l’Hellas Verona è stato costretto ad abbandonare il campo a causa di un infortunio al ginocchio: "Vederlo uscire in stampelle mi ha messo un po’ di preoccupazione – ha ammesso Mattioli -, lui è una delle fonti principali del nostro gioco. Non sappiamo ancora quali siano precisamente le sue condizioni, ma spero non sia nulla di grave. Indipendentemente da chi sarà in campo con il Benevento, comunque, dovremo sfruttare al massimo tutte le nostre qualità. Non dobbiamo avere paura di nulla, se giochiamo come contro l’Hellas Verona potremo conquistare i punti che serviranno a salvarci. Adesso il destino è nelle nostre mani".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.