Bologna, Donadoni: "Juve, nessuno sconto"

Serie A
Roberto Donadoni, Bologna
Donadoni_Bologna

L’allenatore in conferenza stampa: "Siamo a conoscenza dell’importanza del match e vogliamo assolutamente fare bella figura. Dobbiamo essere compatti e molto attenti, giocando stretti ed aggressivi per riconquistare la palla. Affrontare i bianconeri è uno stimolo per fare bene"

Il Bologna si prepara a giocare l’importante gara dell’Allianz Stadium contro la Juventus, un avversario che cerca punti pesanti per la sua corsa allo scudetto. I rossoblù, però, vogliono fare bella figura e provare a conquistare i tre punti che mancano da un po’. Così in conferenza stampa Donadoni ha presentato la sfida di domani sera contro la formazione guidata da Allegri: "Non ci scanseremo. Siamo a conoscenza dell’importanza del match e vogliamo assolutamente fare bella figura. Dobbiamo essere compatti e molto attenti, giocando stretti ed aggressivi per riconquistare la palla. Affrontare la Juventus è uno stimolo per fare bene, se volessimo perdere neanche varrebbe la pena di partire. Saranno out Dzemaili, Donsah, Helander e Gonzalez, e tanti altri non sono al meglio. Orsolini dovremo valutarlo, mentre Destro si è allenato due volte e non può garantire il 100%. Mirante parlerà con la società, ma penso proprio che resterà con noi. Kingsley? È un ragazzo molto interessante, può crescere molto e già a Cagliari volevo farlo giocare. Ora pensiamo a concludere la stagione nel miglior modo possibile".

E ancora, sul collega che affronterà domani: "Pensare che è stato messo in discussione un allenatore come Allegri dopo quello che ha fatto fa sorridere. Bisogna dargli merito, nonostante sia giusto che i tifosi pretendano sempre di più. Prima di Juventus-Napoli si facevano ragionamenti di un certo tipo, dopo la partita tutto è stato stravolto e dopo una settimana tutto è tornato come prima. Bisogna saper cogliere tutti gli aspetti del nostro mondo, della nostra vita e dar loro il peso che meritano, fare le giuste considerazioni rispettando tutti, ricordandoci sempre che sì, c'è chi è meglio ma anche chi è peggio. E la Juventus è sempre la squadra da battere. Dobbiamo giocare con grande aggressività cercando di limitare le iniziative personali degli avversari - ha aggiunto Donadoni - Destro? Mattia si è allenato per due giorni con noi ed è da tenere in considerazione. Il ginocchio reagisce bene ed è fondamentale: è a disposizione ma teniamo conto del periodo di stop che ha avuto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.