Juventus, Cuadrado: "Campionato combattuto, vincere così è ancora più bello. Io terzino? Posso fare tutto"

Serie A

Le parole dell’esterno bianconero in esclusiva ai microfoni di Sky Sport sull’imminente vittoria dello scudetto da parte della squadra di Allegri: "Dobbiamo continuare a pensare che ci manca un punto e cercare di farlo al più presto, vincere sarà molto bello". Poi sulla finale di Coppa Italia e sul ruolo di terzino: "Col Milan sarà dura. Io impiegato dietro? Posso fare tutto"

JUVE CAMPIONE D'ITALIA SE... TUTTE LE COMBINAZIONI 
COPPA ITALIA, VERSO JUVE-MILAN: LA GUIDA ALLA FINALE

Manca soltanto la certezza matematica, ma per la Juventus la vittoria del settimo scudetto consecutivo è ormai cosa fatta. Vittoria in rimonta sul Bologna nell’ultimo turno per i bianconeri, che grazie al pareggio interno del Napoli contro il Torino hanno portato a sei le lunghezze di vantaggio sui rivali guidati da Maurizio Sarri. A due giornate dal termine del campionato, dunque, alla squadra di Allegri servirà fare un solo punto per mettere le mani sul titolo. Qualora dovessero invece arrivare due sconfitte e altrettante vittorie del Napoli, Buffon e compagni avrebbero comunque dalla loro parte un importante vantaggio per quanto riguarda la differenza reti. Scudetto praticamente in tasca quindi per i bianconeri, ma nessuna voglia di abbassare la guardia: parola di Juan Cuadrado, intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport: "Dobbiamo continuare a pensare che ancora ci manca un punto – ha detto l’esterno colombiano - e dobbiamo cercare di farlo perché la matematica ancora non ci dà campioni. Quindi adesso dobbiamo sicuramente sfruttare questa opportunità e poi sarà molto bello vincere perché è stato un anno molto combattuto, molto difficile".

L'infortunio? Il dolore non passava, ho avuto paura

Uno sguardo anche indietro, Cuadrado ha parlato del difficile periodo affrontato in stagione a causa di una fastidiosa pubalgia che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi di gioco: "Non era calcolato che rientrassi in questo momento – ha spiegato il calciatore della Juventus -, tornare da un infortunio così difficile è davvero complicato, ma per fortuna sono rientrato non malissimo. Sono molto contento per quello che ho fatto. Sicuramente ho sempre avuto un po’ di paura, perché passavano i giorni e il dolore era sempre peggio. Anche adesso ho ancora qualche dolore, ma sto cercando di non pensarci e di dare un grande contributo alla squadra. Sono molto contento e speriamo di vincere tante cose".

Col Milan sarà dura. Io terzino? Posso fare tutto

In chiusura l’esterno colombiano ha parlato della finale di Coppa Italia in programma contro il Milan e della nuova posizione in cui Allegri lo sta utilizzando, quella di terzino. "Rispetto alla sfida di campionato secondo me con il Milan cambierà moltissimo – ha avvisato Cuadrado -, le partite di campionato sono sempre differenti da una finale. Sicuramente loro vorranno vincere, così come vogliamo farlo anche noi, dobbiamo essere consapevoli del fatto che sarà difficile perché loro sono una grande squadra, ma noi dobbiamo solo pensare a dare il massimo per cercare di vincere. Il mio amico Zapata? Non ci siamo sentiti, quando gli ho scritto mi ha detto 'ci vediamo mercoledì', io gli ho risposto 'lo spero, però stai tranquillo'. A parte tutto sarà bello affrontare un compagno di Nazionale e una soddisfazione in più, speriamo che vinca il migliore. Io terzino? Con l’Inter abbiamo provato e anche in quest’ultima con il Bologna. Io sono sempre disponibile a dare il meglio ovunque la squadra abbia bisogno. Lì dietro devi stare molto più concentrato perché la prima cosa è difendere, l’allenatore mi ha detto che ho libertà quando abbiamo la palla, ma il mio compito è dare ampiezza e aprire il gioco, questo è quello che cerco di fare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.