Serie A, Cagliari: Romagna parzialmente in gruppo

Serie A

Prima giornata di lavoro al centro sportivo di Asseminello per la formazione di Diego Lopez che domenica sarà impegnata contro la Fiorentina. Migliorano le condizioni di Romagna, il difensore ha svolto parte dell'allenamento in gruppo

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICA

Una situazione di classifica diventata decisamente complicata: terzultimo posto a quota 33 punti, uno in meno rispetto al trio composto da Udinese, Crotone e Chievo Verona. Sarà un finale di stagione rovente per il Cagliari, chiamato a una svolta in queste ultime due gare della stagione per provare a conquistare la salvezza. Il ko con la Roma nell'ultimo turno, il secondo consecutivo, ha ulteriormente complicato il finale di campionato dei rossoblù: la squadra di Diego Lopez è adesso chiamata a fare risultato domenica prossima al Franchi contro una Fiorentina che spera ancora in un posto in Europa League. Una sfida difficile, ma da non fallire. Dopo il giorno di riposo concesso alla squadra dallo staff tecnico, il Cagliari si è ritrovato questo pomeriggio al centro sportivo di Asseminello per la prima sessione di allenamento settimanale.

Romagna migliora

Pochi sorrisi, tanta voglia di lavorare: concentrazione massima ad Asseminello per la prima sessione di lavoro in vista della gara con la Fiorentina. Squadra inizialmente divisa in due gruppi, successivamente tutti gli uomini a disposizione di Diego Lopez hanno svolto del lavoro incentrato sul possesso palla. L'allenatore rossoblù ha poi nuovamente diviso la squadra in due gruppi: i calciatori impegnati contro la Roma hanno concluso la seduta con una sessione atletica, gli altri invece hanno disputato una partita a campo ridotto. Migliorano le condizioni di Filippo Romagna, con il difensore rossoblù che quest'oggi è tornato ad allenarsi parzialmente con il gruppo. Cagliari che tornerà ad allenarsi nel pomeriggio di domani sempre ad Asseminello.

Il dg Passetti: "Ripetere la prestazione contro la Roma"

Una buona prestazione, zero punti e tanto amaro in bocca anche per alcune decisioni arbitrali. "Dispiace che uno strumento innovativo come il VAR non venga utilizzato. Penso che lo si debba a chi si applica in campo, ai tifosi che sono allo stadio o guardano la partita in televisione, in generale a tutti gli appassionati. Si è ripetuto lo stesso copione del gol annullato a Sau contro il Bologna, quando ormai il protocollo prevede che si concluda l’azione e poi si vada a rivedere l’azione al VAR, e della partita contro la Juventus, in occasione del fallo di mano di Bernardeschi. Così si toglie credibilità al sistema. La stessa rabbia, cattiveria agonistica e voglia di onorare la maglia che abbiamo mostrato contro la Roma ci deve accompagnare nei prossimi 180 minuti", le parole del dg Passetti riportate dal sito ufficiale del club.  

I più letti