Sassuolo, Carnevali: "Con l’Inter risultato non scritto"

Serie A
Giovanni Carnevali, ad del Sassuolo (LaPresse)
carnevali_lapresse

L’ad neroverde: "Ci vuole grande professionalità e a noi non manca. Daremo il massimo. E’ vero, non ci sono mai stati grandi affari fra i due club, con l’Inter abbiamo ottimi rapporti a livello dirigenziale"

A poche ore dalla sfida contro l’Inter a San Siro, l’amministratore delegato del Sassuolo Giovanni Carnevali ha parlato sulle pagine di Tuttosport. Nel corso dell’intervista il dirigente neroverde si è soffermato sulla prossima partita contro la formazione di Spalletti ma anche sulla stagione della squadra di Iachini, che nell’ultimo match contro la Sampdoria ha centrato l’obiettivo salvezza. Il risultato di domani sera è quindi già scritto? "Assolutamente no - dice Carnevali - noi come in tutte le partite, cercheremo di affrontare l’avversario per ottenere il massimo risultato, soprattutto perché vogliamo terminare la stagione nel migliore dei modi. A San Siro è capitato di perdere, a volte male, ma nelle ultime due circostanze abbiamo vinto noi. Come in occasione della gara d’andata. Ritengo Inter un’ottima squadra, ha attraversato un momento difficile, come noi e come tante altre squadre. E’ una condizione che fa parte del campionato italiano, dove c’è maggiore equilibrio rispetto ad altri paesi. Ora sono ancora in tanti in lotta per piazzamenti più o meno importanti. L’Inter si è ripresa, ma ottenere un posto in Champions non è né scontato, né semplice, ma credo che i nerazzurri abbiano gettato le basi per fare grandi cose nel futuro".

Una risposta poi a chi pensa che il Sassuolo si scanserà: "Sorrido, ma personalmente non do molto peso a queste voci. Ci vuole grande professionalità e a noi non manca. Daremo il massimo. E’ vero, non ci sono mai stati grandi affari fra i due club, con l’Inter abbiamo ottimi rapporti a livello dirigenziale e a gennaio, per esempio, c’è stata l’opportunità di imbastire un’operazione (Pinamonti verso Sassuolo). Non ci sono motivi particolari. Colpa del tifo rossonero del patron Squinzi? No, no… Il nostro patron è un simpatizzante del Milan, ma tifa Sassuolo. Sul campo, infatti, in questi anni abbiamo trattato allo stesso modo sia l’Inter che il Milan. Per quanto riguarda il futuro di Politano, ora non saprei, ma la volontà della proprietà rimane quella di costruire un Sassuolo che ambisca a risultati migliori rispetto a questa stagione. Noi siamo una società che non vende facilmente i propri gioielli, ma comunque bisogna essere d’accordo in tre: noi, chi acquista e il giocatore".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.