Bologna-Chievo, D'Anna: "Pensiamo solo a noi stessi"

Serie A
Lorenzo D'Anna, allenatore Chievo (sito ufficiale Chievo)

"Anche oggi non ci siamo disuniti neanche dopo il gol subito e abbiamo continuato a fare quello che dovevamo, vedevo che le facce erano quelle giuste. Bisogna dare grandi meriti al gruppo e a chi è sceso in campo" ha detto l'allenatore

Tre punti pesantissimi per il Chievo di Lorenzo D'Anna che riesce a sconfiggere il Bologna rimontando l'inziale svantaggio segnato da Verdi. Le reti di Giaccherini e di Inglese regalano il successo ai gialloblù che ora si giocheranno tutto nell'ultima sfida in programma tra una settimana contro il Benevento di De Zerbi in casa, al Bentegodi. Il Chievo si trova ora al 15° posto in classifica con i suoi 37 punti conquistati finora. Per centrare la salvezza serve ancora un altro passo. Dopo il novantesimo è stato lo stesso D'Anna ad analizzare l'importante risultato e la prestazione. Queste le sue parole: "Non pensiamo agli altri risultati delle nostre dirette avversarie ma vogliamo continuare a pensare soltanto a noi stessi. Anche oggi non ci siamo disuniti neanche dopo il gol subito e abbiamo continuato a fare quello che dovevamo, vedevo che le facce erano quelle giuste. Bisogna dare grandi meriti al gruppo e a chi è sceso in campo. Come giudico l’arbitraggio? Devo dire che Pairetto non mi è dispiaciuto perché ha tenuto lo stesso metro di giudizio da una parte e dall’altra".

L’allenatore passa poi a parlare di Emanuele Giaccherini, autore di un gol pesantissimo che è valso il momentaneo pareggio e meraviglioso - che ha ricordato quello segnato anni fa da Francesco Totti a Marassi contro la Sampdoria: "Emanuele ha fatto un grandissimo gol - ha aggiunto D’Anna - in questi giorni ho lavorato sulla testa e sull'orgoglio dei ragazzi. Tra il primo ed il secondo tempo poi ho detto loro di crederci. Il Bologna ha fatto la sua partita, è partito forte, con la voglia di voler chiudere bene davanti ai propri tifosi ma noi siamo stati molto bravi”. Parola poi al protagonista di giornata, lo stesso Giaccherini che ha segnato alla sua ex squadra: “È stato un gol bello, credo - ha ammesso sorridendo pochi minuti dopo il fischio finale - dopo lo riguarderò, per me oggi conta la vittoria della squadra. A fine primo tempo ci siamo detti che non potevamo uscire dalla sconfitta. Avevamo un obiettivo da raggiungere, loro l’hanno raggiunto. I valori dovevano uscire fuori, adesso sono usciti, ma non siamo ancora salvi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.