Benevento, Guilherme e Djuricic recuperati

Serie A
Roberto De Zerbi, Benevento (Getty)
de_zerbi_benevento_getty

Squadra in campo al mattino sotto gli occhi di De Zerbi e del suo staff tecnico. I giallorossi diranno arrivederci alla Serie A nella partita del Benetegodi contro il Chievo di D’Anna

Il Benevento di Roberto De serbi prepara l’ultima sfida contro il Chievo Verona prima di salutare la serie A e ripartire dalla Serie B nella prossima stagione. Attesi dalla sfida in terra veneta contro la formazione di D’Anna, Sandro e compagni si sono ritrovati questo pomeriggio per il secondo allenamento della settimana in vista dell’ultimo match della stagione. Sui campi del Ciro Vigorito, anche oggi in mattinata i giallorossi hanno svolto prima un riscaldamento e poi attivazione muscolare; in seguito lavoro atletico a secco ed esercitazioni tecnico-tattiche con e senza palla. La seduta si è poi conclusa con una partita a superficie ridotta. Si sono visti con il gruppo anche oggi - per l’allenamento quotidiano - anche l’attaccante brasiliano Guilherme e il centrocampista serbo Djuricic (già in gruppo ieri). Per quando riguarda poi gli altri infortunati, Costa, D’Alessandro e Lombardi hanno svolto una sessione ancora differenziata. Domani, squadra ancora in campo sotto gli occhi di Roberto De Zerbi e del suo staff tecnico.

Tempo di bilanci per il Benevento, che deve ripartire dalla seconda categoria dopo una stagione complicata. Archiviato il bruttissimo girone di andata, la squadra giallorossa (diventata nel frattempo di De Zerbi) è riuscita nella seconda parte di stagione a raccogliere le maggiori emozioni proprio in casa - senza però dimenticare il prestigioso successo di San Siro contro il Milan. Dei 21 punti raccolti ben 16 sono quelli conquistati tra le mura di casa. Un ruolino positivo, con il Benevento che nelle ultime dieci gare disputate proprio al Vigorito si è piazzata al nono posto di questa speciale classifica. Chievo, Sampdoria, Crotone, Verona e Genoa son state sconfitte, contro Cagliari, Torino e Sassuolo i giallorossi erano passati in vantaggio senza però riuscire a conquistare il bottino pieno alla fine. Juventus, Atalanta e Napoli sono invece passate mentre con l’Udinese è arrivato un punto. Chissà cosa sarebbe successo se il girone d’andata fosse stato diverso e se la squadra avesse capito prima come affrontare al massimo la Serie A. Anche in B, in ogni caso, il fattore campo sarà fondamentale.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.