Macchine da gol: i migliori attaccanti della Serie A

Serie A

Marco Salami

copertina

Non solo Immobile e Icardi, ecco tutti gli attaccanti della stagione di Serie A ai raggi X. Dybala è il re tra i mancini. Parità tra due bomber per le reti col destro. "Pavoloso" usa la testa. Insigne sprecone: primo per tiri tentati e pali colpiti ma ultimo per percentuale realizzativa. Il peso dei gol sulla propria squadra? Nessuno è stato decisivo quanto Maurito

QUAL È IL GOL PIÙ BELLO DELLA STAGIONE? VOTA

SERIE A: I PIÙ CATTIVI - I MIGLIORI ASSISTMAN - LA TOP 10 PER MEDIA VOTO - LA FLOP 10

Vivono per il gol, giocano per la squadra come ormai il ruolo dell’attaccante moderno vuole ma il primo obiettivo rimane sempre quello: buttarla in rete. Fiutano l’occasione come uno squalo con l’odore del sangue. Questione di killer instinct e qualità. E non a caso in questa combattutissima stagione di Serie A sono addirittura in due a piazzarsi nella top 5 assoluta per la Scarpa d’Oro. Sì, perché là davanti a tutti avrà anche vinto il solito Messi con 34 centri, seguito dal mago Salah a 32 e Kane a 30, ma subito dopo però ecco comparire i nomi di Icardi e Immobile, a quota 29 e al pari con Lewandowski, appaiati tutti quanti al quarto posto assoluto. Sono loro i re dei gol del campionato italiano appena finito, con l’argentino a riacciuffare e pareggiare super Ciro proprio nel giorno del sorpasso Champions. 34 le partite giocate dal numero 9 dell’Inter, 33 quelle del 17 biancoceleste, che ha - in realtà - corso in stagione per ben 274 minuti in meno. Loro sono i re assoluti, ma chi vince nelle singole classifiche parziali? Gol di sinistro, di destro, testa e le percentuali realizzative più importanti. Chi il più sfortunato, re di pali e traverse? Ecco tutti i numeri.

Chi ha segnato più gol di sinistro?

In classifica generale è finito terzo, alle spalle dei due bomber dell’ultima sfida Champions, ma primo tra i cannonieri bianconeri, ancora scudettati a fine campionato. Paulo Dybala ha centrato la rete per 22 volte, e non stupisce allora che sia lui il miglior marcatore di sinistro di tutta la Serie A. 18 i gol messi a referto solo col mancino, il piede di Leo re dei bomber in Europa, mito e compagno da emulare anche in Russia con la maglia dell’Argentina. Paulo ha così doppiato in Serie A chi sta al secondo posto con 9 reti (Iago Falque, Ilicic e Lasagna) e con un 82% di incidenza sui sui gol totali ha confermato l’unica accezione positiva possibile delle parole tiro mancino.

Top 5 gol di sinistro

1) Dybala (Juventus): 18
2) Iago Falque (Torino): 9
     Ilicic (Atalanta): 9
     Lasagna (Udinese): 9
5) Dzeko (Roma): 8

Chi ha segnato più gol di destro?

Icardi e Immobile. Immobile e Icardi. Stessa lettera iniziale, stesso fiuto del gol e stessi gol. 29 in totale ma anche 22 col piede destro. Quello forte e quello che, alla fine, ha premiato i nerazzurri nella corsa Champions, nonostante qualche errore di troppo proprio dell’argentino: vedi derby, Sassuolo in casa e big match contro la Lazio. Alle loro spalle ecco dunque Quagliarella a 15, nella sua nuova e ormai eterna seconda, ma forse anche terza, giovinezza nella Samp, mentre a chiudere la top 5 ci sono Mertens a 14 e Luis Alberto a 11.

Top 5 gol di destro

1) Immobile (Lazio): 22
     Icardi (Inter): 22
3) Quagliarella (Samp): 15
4) Mertens (Napoli): 14
5) Luis Alberto (Lazio): 11

Chi ha segnato più gol di testa?

Giornata numero 36: due alla fine del campionato, Cagliari terzultimo e momentaneamente in B. Giornata numero 37: trasferta a Firenze, risultato? 0-1, e, anche se non aritmeticamente, la salvezza dei rossoblù arriva lì, con l’inzuccata di Pavoletti che vale una stagione. È infatti lui il re dei colpi di testa: 9, uno più “pavoloso” dell’altro. Oltre che più di chiunque altro in questa Serie A, e quasi doppiando - come Dybala e il suo mancino - i diretti inseguitori: Immobile, Inglese e Dzeko a 5, Icardi, Simeone, De Vrij e De Silvestri a 4.

Top 3 gol di testa

1) Pavoletti (Cagliari): 9
2) Immobile (Lazio): 5
     Dzeko (Roma): 5
     Inglese (Chievo): 5
3) Icardi (Inter): 4
     Simeone (Fiorentina): 4
     De Vrij (Lazio): 4
     De Silvestri (Torino): 4

Chi ha tirato di più e chi ha preso più pali?

Due domande, una sola risposta: Lorenzo Insigne. Anche se in realtà le domande potrebbero essere tranquillamente tre, perché il numero 24 di Sarri guida infatti le tre classiche per tiri tentati, tiri in porta e legni colpiti, anche se la percentuale realizzativa lo veda poi piombare in fondo alla classifica. 142 i tiri tentati da Insigne in questo campionato, più di chiunque altro. 67 i tiri in porta tentati, più di chiunque altro. 6 i legni colpiti, sempre in testa ma al pari con Dzeko. I numeri, uniti agli 8 gol realizzati in Serie A da Insigne, lo portano a un bassissimo 5,63% di media realizzativa. Ma non finisce qui, perché tra i 29 giocatori di questo campionato che hanno realizzato almeno 8 gol è proprio lui l’ultimo in graduatoria, per distacco. E uno come Ivan Perisic, penultimo in lista e con un’altrettanta bassa percentuale, finisce addirittura per doppiarlo con l’11,83%. Non una novità insomma: se n’è parlato tanto durante la stagione del cinismo spietato della Juve in zona gol, anche se molto meno della propensione opposta di un giocatore che è stato così importante per Sarri e tutta la squadra.

Top 5 tiri tentati

1) Insigne (Napoli): 142
2) Dzeko (Roma): 127
3) Mertens (Napoli): 95
4) Perisic (Inter): 93
5) Quagliarella (Samp): 91

Top 3 pali colpiti

1) Insigne (Napoli): 6
2) Dzeko (Roma): 6
3) Viviani (Spal): 5

Percentuali, chi incide di più?

Di tutt’altro tipo sono invece i numeri dei due bomber della stagione. Considerando i soli giocatori andati in doppia cifra con le reti, il re diventa Mauro Icardi, che questa volta stacca Immobile involandosi verso la vetta solitaria col 34,52% di realizzazione nel rapporto tra gol fatti e tiri tentati. Segue, ovviamente, Ciro Immobile a quota 32,22%, mentre il gradino più basso del podio spetta alla rivelazione Cutrone, con il 27,78% nei suoi dieci gol stagionali alla prima avventura in A. Quanto invece al peso sulle reti del singolo sulla squadra vince sempre Mauro Icardi. L’argentino avrà anche sbagliato qualche gol di troppo in un paio (o forse più) di partite storte, ma con i suoi 29 centri su 66 dell’Inter, e il 43,9% di incidenza, è stato il più decisivo di tutto il campionato. Alle sue spalle, dunque, ecco Politano col 34,5% (10 reti su 29 del Sassuolo) e terzo Quagliarella col 33,9% (19 gol sulle 56 della Samp). 

Top 5 % realizzativa (almeno 10 gol)

1) Icardi (Inter): 34,52%
2) Immobile (Lazio): 32,22%
3) Cutrone (Milan): 27,78%
4) Dybala (Juventus): 26,51%
5) Iago Falque (Torino): 25,53%

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.