user
28 maggio 2018

Diritti tv, la Lega Calcio rescinde all'unanimità il contratto con Mediapro

print-icon

L'intermediario spagnolo si era aggiudicato i diritti televisivi della serie A per il triennio 2018-2021: la delibera dell'assemblea è stata approvata con 17 voti su 17. La Lega ha anche eletto la sua governance

Sky Calcio: Serie A TIM 7 partite su 10 ogni turno

L'assemblea della Lega Calcio ha deciso all'unanmità di rescindere il contratto con Mediapro, l'intermediario spagnolo che si era aggiudicato i diritti televisivi della sere A per il triennio 2018-2021. La delibera dell'assemblea è stata dunque approvata con 17 voti su 17, gli altri 3 club della Serie A non partecipano piùai lavori assembleari dopo la retrocessione, mentre le 3 squadre che dalla Serie B saliranno nel massimo campionato di calcio nella prossima stagione ancora non hanno fatto capolino in Lega. Adesso Mediapro ha 7 giorni di tempo per presentare la fideussione da 1,2 miliardi di euro per non vedere risolto il contratto con cui lo scorso 5 febbraio si era aggiudicata i diritti televisivi per il prossimo triennio. 

Sempre oggi, l'assemblea della Lega Calcio di A ha eletto la propria governance. Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, e l'amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, sono stati eletti in consiglio federale: la Lega di A torna ad avere una rappresentanza in Figc, che al momento è commissariata. Eletto anche il nuovo consiglio della Lega di A, questa la sua composizione: Antonello (Inter), Campoccia (Udinese), Fassone (Milan), L. Percassi (Atalanta).

LA NUOVA GOVERNANCE DELLA SERIE A

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi