Amichevoli: Zapata, gol all'esordio e l'Atalanta ne fa 6 al Chiasso. 4-0 del Bologna al La Fiorita

Serie A

Buone indicazioni per Inzaghi dall'amichevole vinta dalla sua squadra per 4-0 contro il La Fiorita: Destro, Pulgar, Mbaye e Falcinelli i marcatori. Risultato tondo anche per l'Atalanta, con Zapata che segna al debutto con la maglia nerazzurra contro il Chiasso

Una sgambata utile a smaltire i primi carichi di lavoro e a far assimilare alla squadra le idee tattiche del nuovo allenatore Filippo Inzaghi: il Bologna è sceso in campo questo pomeriggio (fischio d’inizio alle ore 15) al campo Pineta di Pinzolo contro La Fiorita, formazione campione nazionale sammarinese e prossima a partecipare al secondo turno preliminare di Europa League, nella seconda amichevole della stagione. 4-0 il risultato finale a favore della formazione rossoblù, con Inzaghi che – pur alternando diversi uomini – ha sempre mantenuto il 3-5-2, dimostrando di voler puntare su questo modulo: squadra ancora frenata dai carichi di lavoro, ma buone indicazioni per l'allenatore del Bologna sono arrivate da Mbaye e Kingsley, bene anche Rizzo. Da segnalare l'esperimento - promosso dallo stesso Filippo Inzaghi a fine gara - di Riccardo Orsolini schierato come interno di centrocampo.

Buona sgambata per il Bologna di Inzaghi

Assente l’infortunato Adam Nagy (per lui stop di 3-4 settimane a causa di una lesione muscolare), Inzaghi ha schierato il Bologna con il 3-5-2: in porta il nuovo acquisto Skorupski, difesa a tra composta da De Maio, Calabresi e Paz, a centrocampo – da destra a sinistra – Mbaye, Orsolini (schierato interno), Pulgar, Donsah e Krejci, in attacco tandem offensivo composto da Palacio e Destro. Ed è proprio l’attaccante italiano a sbloccare il match dopo pochi minuti, di Pulgar e Mbaye invece le altri reti che fissano il parziale sul 3-0 al termine della prima frazione di gioco. Nel secondo tempo Inzaghi rivoluziona il suo Bologna, pur confermando il 3-5-2 iniziale: tra i pali spazio a Da Costa; Mbaye arretrato nei tre dietro insieme a Brignani e Calabresi, a centrocampo Rizzo, Poli, Kingsley, Falletti e Dijks, in avanti Avenatti e Falcinelli, con quest'ultimo autore della quarta rete realizzata dalla formazione rossoblù.

Bologna-La Fiorita: 4-0, il tabellino

Bologna primo tempo: Skoruspki; De Maio, Calabresi, Paz; Mbaye, Orsolini, Pulgar, Donsah, Krejci; Palacio, Destro.

Bologna secondo tempo: Da Costa; Mbaye (dall’82’ Stanzani), Brignani, Calabresi (dall’82’ Busi); Rizzo, Poli, Kingsley, Falletti, Dijks; Avenatti, Falcinelli. All. Inzaghi.

La Fiorita: Stimac, Mezzadri (dal 64' Sottile), Olivi, Di Maio, Gasperoni (dall'88' Kone), Hirsch (dal 55' Pancotti), Tommasi, Righini (dal 46' Calzolari), Amati (dall'84' Basile), Rinaldi (dal 64’ Cesarini), Castellazzi (dal 46' Selva). All. Procopio.

Arbitro: Bullari di Brescia.

Assistenti: Ravera, Perali.

Reti: Destro al 5', Pulgar al 20', Mbaye al 22', Falcinelli al 73'.

Inzaghi: "Atteggiamento ok. Orsolini può fare il centrocampista"

Al termine dell'amichevole contro il La Fiorita vinta per 4-0 dalla sua squadra, l'allenatore rossoblù Filippo Inzaghi ha commentato la prova dei suoi ragazzi dimostrandosi abbastanza soddisfatto per quanto visto in campo considerando anche i pochi giorni di allenamento e le gambe ‘pesanti’ per via dei carichi di lavoro. "Mi è piaciuto l’atteggiamento, abbiamo trovato il gol esattamente come avevamo provato negli allenamenti. L'importante è arrivare pronti per la prima di Coppa Italia”, le parole di Inzaghi riportate dal profilo Twitter ufficiale del Bologna. Tra le novità provate dall’allenatore rossoblù in questa amichevole che si è disputata al campo Pineta di Pinzolo, la seconda della stagione, c’è sicuramente l’impiego di Riccardo Orsolini – attaccante esterno classe 1997 - come interno di centrocampo. Un esperimento che ha soddisfatto Filippo Inzaghi: "Orsolini può fare il centrocampista, da parte sua c’è grande applicazione. I ragazzi possono fare molto bene, in questo momento stanno dando tutti il massimo. Dobbiamo recuperare l'autostima che è mancata nella stagione precedente", le parole dell’allenatore del Bologna. Formazione rossoblù che proseguirà adesso gli allenamenti e nei prossimi giorni di ritiro sarà impegnata in due nuove amichevoli: sabato 21 luglio alle ore 17 contro il Comano Terme Fiavé, e domenica 22 luglio, sempre alle ore 17, contro la formazione Under 23 del Southampton.

Atalanta-Chiasso 6-1

3’ Malinowski (C), 21’ e 35’ Gomez, 39’ Mancini, 72’ Hateboer, 80’ Zapata, 89’ de Roon.

Il primo tempo

L’avvio di partita non è dei migliori, per l’Atalanta, che va subito sotto nel punteggio per la rete di Malinowski dopo nemmeno un minuto dall’avvio. I bergamaschi si proiettano però subito in avanti, con Gosens che già al 3’ ha la palla del pareggio, ma Mossi risponde bene e gli nega la rete. È il preludio al monologo nerazzurro, con la squadra che continua a spingere e a produrre pericoli, prima con de Roon, poi con Barrow, infine con Castagne. Dopo il quarto d’ora, Ilicic sale in cattedra: obbliga il portiere ad una gran parata, prima di colpire la traversa in un secondo momento. Ma al 21’ il Papu Gomez firma il pari, meritatissimo per la mole di gioco prodotta dall’Atalanta. La squadra di Gasperini continua a spingere, Barrow impegna altre due volte l’estremo difensore avversario mentre il diagonale di Castagne si spegne a lato. Mossi riesce ad opporsi anche alla conclusione di Toloi, ma nulla può al 35’ quando Gomez trova la doppietta personale e il sorpasso sul Chiasso. Pochi minuti dopo, i nerazzurri aumentano il divario: il 3-1 è di Mancini, che stacca bene di testa sul corner pennellato da Gomez.

Il secondo tempo

Nella ripresa, la musica non cambia: è sempre l’Atalanta a fare la partita. Le prime occasioni del secondo tempo capitano ad Ilicic e Barrow, che però trovano ancora attento il portiere avversario. Al 65’ Gasperini fa entrare il neo acquisto Duvan Zapata, al posto di Barrow, ma il poker lo cala Hateboer al minuto 72. Questione di minuti, perché all’80’ l’esterno olandese serve l’ex attaccante della Sampdoria, che porta il punteggio sul 5-1, e sigla la sua prima rete all’esordio con la maglia nerazzurra. La partita si avvia alla conclusione, ma i bergamaschi decidono di arrotondare ulteriormente quando a un minuto dalla fine de Roon è lesto nella deviazione sul calcio di punizione di Ilicic. Finisce 6-1, dunque, un test che può dirsi estremamente soddisfacente per la squadra di Gian Piero Gasperini.

Il commento di Gasperini

L’allenatore ha parlato così al termine della partita, rivelando anche qualcosa delle strategie di mercato del club: “In questi giorni tutti stanno dando il massimo, e ne approfitto per smentire tutte le voci relative alla possibile cessione del Papu. Zapata ha fatto subito vedere le sue qualità e la sua importanza, ma ci mancano ancora degli innesti da fare: su tutti, il sostituto di Cristante. Non so se Petagna sarà ceduto, di certo siamo in molti lì davanti. Al momento, non abbiamo la rosa per poter affrontare l'Europa League dai preliminari, la società ne è consapevole”.

Il tabellino

Atalanta: Berisha (dal 46’ Gollini), Toloi, Valzania (dal 77’ Pessina), Masiello, Gosens (dal 46’ Hateboer), Gomez, de Roon, Castagne (dal 77’ Reca), Mancini (dal 77’ Djimsiti), Ilicic, Barrow (dal 65’ Zapata). Allenatore: Gasperini.
Chiasso: Mossi, Monighetti, Lurati, Kabacalman, Josipovic, Gennari, Malinowski, Rey, Malinceanu, Alessandrini, Padula.
Arbitro: Chiffi Daniele.
Assistenti: Paganessi Giacomo e Ranghetti Sergio.

I più letti