Sorteggio calendario Serie A 2018/19: le regole da sapere prima

Serie A
Il Sorteggio dei prossimi calendari di Serie A (Getty)
GettyImages-883627332

Tutto quello che c'è da sapere sulle regole riguardo i prossimi calendari di Serie A per la prossima stagione, dagli accoppiamenti ai derby cittadini, passando per le gare che precedono le competizioni europee

LA COMPILAZIONE DEL CALENDARIO DI SERIE A LIVE

Il sorteggio dei calendari per la Serie A è il primo passo ufficiale verso la nuova stagione. L'attesa per un derby, per una sfida decisiva, l'ansia da ultima giornata: "Chi sfideremo?". Tifosi, appassionati e addetti ai lavori sono in attesa di conoscere i prossimi big match. Ok, ma le regole? Le sapete tutte? Ecco qualche guida in virtù del prossimo sorteggio.

Quali sono le regole sui derby?

Dentro Frosinone, Empoli e Parma (che partirà con 5 punti di penalizzazione), fuori Benevento, Crotone e Verona. Al via la nuova Serie A. La prima regola è che ci sarà sicuramente l'alternanza fra le squadre della stessa città. E' il caso di Milan e Inter, Torino e Juventus, Samp e Genoa, Lazio e Roma. Questi i derby cittadini previsti nella prossima stagione. Ovviamente, se una delle squadre giocherà in casa, l'altra sarà in trasferta. I derby, inoltre, non posso verficarsi nè alla prima giornata, nè nei turni infrasettimanali. 

Cosa succede in caso di Europa?

Quando c'è di mezzo l'Europa (Champions o EL), la situazione cambia un po', soprattutto per quanto riguarda le squadre coinvolte in queste competizioni. Nelle giornate tra un turno di Europa League e uno di Champions, infatti, i club che partecipano a questi trofei non possono incontrare quelle che partecipano all’altro. Mentre chi gioca i preliminari di Champions o Europa League (al momento l'Atalanta, impegnata nel terzo turno contro il Sarajevo) non possono incontrarsi alla prima giornata. Nessuna squadra italiana gioca i preliminari di Champions però, quindi i nerazzurri sono liberi da questo vincolo. 

Come funziona l'alternanza casa/trasferta?

Ultimo punto da considerare: nelle ultime 4 partite del campionato, le partite in casa devono alternarsi perfettemanente con quelle giocate in trasferta, mentre non possono esserci più di 2 incontri di fila tra casa e trasferta per girone (massimo 2 all'andata, 2 al ritorno). Infine, chi ha giocato la prima partita in casa l'anno scorso, stavolta giocherà fuori (e viceversa). 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche