Napoli, Insigne: "Ancelotti, abbiamo scoperto un grande uomo. Possiamo giocarcela con tutti"

Serie A

Da Dublino, dove il Napoli affronterà il Liverpool, Lorenzo Insigne ha parlato a Sky Sport. Da Ancelotti ai campioni dei Reds, fino alle novità tattiche e agli obiettivi stagionali: "Possiamo giocarcela con tutti, l'abbiamo dimostrato l'anno scorso"

NAPOLI-DARMIAN, SI CERCA L'ACCORDO: LE ALTERNATIVE

Il Napoli è a Dublino, dove affronterà il Liverpool nella prima di tre prestigiose amichevoli in giro per l'Europa. Un test importante per gli uomini di Ancelotti, per proseguire il cammino nel precampionato in attesa dell'esordio ufficiale. Ai microfoni di Sky Sport ha parlato Lorenzo Insigne: "Questi 10 giorni saranno importanti per la nostra preparazione e per arrivare al meglio ad inizio campionato. Ci aspettano tre sfide difficilissime, cercheremo di scendere in campo e dimostrare il nostro valore. Saranno partite affascinanti contro squadre di livello: la prima, il Liverpool, è la squadra vice Campione d'Europa ed è una grande squadra. La vogliamo affrontare nel miglior modo possibile, per fare una grande prestazione". Sarà anche una sfida nella sfida, quella tra Insigne e Salah: "Non siamo solo noi in campo, ci sono altri giocatori. Loro hanno campioni come Salah, Mané e altri, ma noi non siamo da meno". Insigne ritroverà Klopp: contro il suo Borussia Dortmund segnò il primo gol in Champions e a fine partita ricevette i complimenti: "Sì, è passato qualche anno. L'ho ringraziato per i complimenti, spero di fare un altro gol domani".

"Ancelotti: esperienza e mentalità"

E' un Napoli che negli uomini non è cambiato molto, ma che in panchina ha una nuova guida. Insigne parla così di Ancelotti: "Abbiamo scoperto un grande uomo. Mi avevano sempre parlato benissimo di lui, ci sta dando tanto con la sua grande esperienza. Ha sempre allenato grandi campioni, noi siamo dei ragazzi che diamo il massimo in tutti gli allenamenti e per questo ci ha fatto i complimenti sin dal primo giorno. Cosa mi chiede rispetto a Sarri? Di lavorare più tra le linee - ammette Insigne - e io cerco di mettermi a disposizione dei compagni". Infine, sulla possibilità di giocarsela alla pari con tutte le squadre in campionato, Insigne non ha dubbi: "Sì, siamo gli stessi da 3 anni, i nuovi arrivi sono già a loro agio. Abbiamo dimostrato l'anno scorso che potevamo giocarcela, siamo andati vicini a vincere lo scudetto. L'allenatore ci darà qualcosa in più a livello di mentalità, ma bisognerà dimostrarlo in campo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche