Milan-Roma, Di Francesco: "Con i rossoneri voglio una grande risposta"

L’allenatore giallorosso ha presentato la sfida di domani col Milan in conferenza stampa: “Serve equilibrio, a cominciare da me. Quanto visto con l’Atalanta ci servirà di lezione”. Sulla formazione, Di Francesco ha tenuto tutte le riserve del caso: “Non vi svelo nulla. Nzonzi e Karsdorp possono partire dall’inizio, Schick può determinare anche a partita in corso. La squadra può fare diversi sistemi di gioco”

CHAMPIONS, I SORTEGGI IN STREAMING

SORTEGGI CHAMPIONS: TUTTE LE SQUADRE FASCIA PER FASCIA

LE REGOLE DEI SORTEGGI CHAMPIONS 2018/2019

1 nuovo post
Ha mai pensato di utilizzare una coppia Nzonzi-De Rossi? Possono giocare insieme?
Possono coesistere, e anche bene come si è visto contro l'Atalanta, per quanto quella partita non è il simbolo di una stagione. La cosa importante, come detto, è sempre la determinazione nelle giocate. 
- di Redazione SkySport24
Alla vigilia della terza gara di campionato sono in atto alcuni ripensamenti tattici: è una rosa da 4-3-3?
Questa è una rosa che può giocare con tanti sistemi di gioco. Avere tanti calciatori in questo senso è un vantaggio. Il cambiamento quando si vuole si fa passare per debolezza, altre volte si fa passare per intelligenza. Se vedo qualcosa che non va, devo modificarla: io lo trovo intelligente. Non vuol dire rinnegare quanto fatto prima, il valore della mossa si giudica solo dopo. Alla fine chi non osa non sbaglia mai e io sono qui a prendermi le mie responsabilità.
- di Redazione SkySport24
Si sono sentiti i primi cori contro la società: secondo lei sono figli della cessione di Strootman o di un inizio di campionato deludente?
La domanda va rivolta ai tifosi, non a me. Di certo non si può essere contenti di alcune situazioni, ma io devo alimentare l'entusiasmo. Ci vuole equilibrio, cercando di portare la Roma più in alto possibile: poi dimostrerà il tempo. Dobbiamo sempre dimostrare qualcosa in più, il tempo ci dirà il nostro futuro: ora abbiamo 4 punti, e abbiamo migliorato la partenza rispetto all'anno scorso che ne avevamo 3.
- di Redazione SkySport24
Con l'Atalanta si è visto uno strapotere fisico degli avversari, comprensibile vista la preparazione diversa. Crede che fare un certo tipo di preparazione sia penalizzante per alcune squadre?
Ci è mancata qualche partita in più sicuramente, perché avremmo messo minuti in più nelle gambe. Questo è importante e si è visto guardando l'Atalanta, sapevo che sarebbe stata una partita dura dal punto di vista fisico e non mi aspettavo una prestazione del genere. Andare in vantaggio subito ci avrebbe dovuto dare qualcosa in più, invece ci ha tolto.
- di Redazione SkySport24
Come mai c'è stata grande delusione per l'approccio alla gara, la prima all'Olimpico?
Anche io mi aspettavo un'altra prestazione, ma i calciatori non sono robot. Ho dovuto fare delle scelte sostituendo alcuni giocatori che sono un patrimonio per questa squadra, e vanno tutelati. Siamo solo alla 2^ giornata e già sento di processi alle stagioni intere. Bisogna essere equilibrati, io per primo, infatti non esiste il gesto che ho fatto e mi è servito di lezione. Sicuramente non accadrà più, vedevo che non riuscivamo ad esprimere ciò che abbiamo preparato e le nostre potenzialità. Ci siamo fatti delle domande, io devo trovare le soluzioni giuste.
- di Redazione SkySport24
Ha detto che l'Atalanta che era più brillante anche di testa: su questo può aver influito sul gruppo la cessione di Strootman?
Il gruppo non ne ha parlato, noi invece ci siamo salutati. Ha voluto fare una nuova esperienza. Io nella Roma voglio giocatori che abbiano il desiderio di continuare a vestire questa maglia, Kevin lo ha fatto e lo ha fatto anche Dzeko quando sembrava ormai ceduto. Io non trattengo nessuno perché per me prima viene la squadra e il desiderio di essere qui.
- di Redazione SkySport24
Per i reduci del Mondiale, c'è un problema di fatica? Non sono apparsi tonici, loro come qualcun altro.
Obiettivamente l'Atalanta nel primo tempo ha evidenziato questa osservazione, ma il problema non è stato soltanto loro. Anche Manolas ha avuto difficoltà. Chiaramente chi è venuto dal Mondiale ha ritardo nella preparazione, ma sono giocatori importanti che hanno bisogno di avere tanti minuti nelle gambe. Siamo solo alla 2^ giornata di campionato, mi sarei preoccupato se avessimo avuto tante energie in realtà.
- di Redazione SkySport24
Schick l'abbiamo visto difficilmente accanto a Dzeko?
È un discorso che lascia il tempo che trova, conta di più il discorso di squadra. In passato ha fatto benissimo anche subentrando e può essere della partita, un giocatore può anche determinare a gara iniziata. Penso che con lui abbiamo fatto un buon acquisto comunque. Posso cambiare il sistema di gioco.
- di Redazione SkySport24
Nzonzi e Karsdorp hanno novanta minuti nelle gambe?
Potrebbero essere entrambi della partita dall'inizio, poi schiererò la formazione più opportuna per affrontare il Milan.
- di Redazione SkySport24
Ha già deciso il sistema di gioco? Ci saranno 4 difensori?
Voglio fare una premessa generica, altrimenti poi parliamo solo di numeri: il sistema di gioco va a farsi friggere quando all'interno di questo i calciatori non mettono le caratteristiche più importanti. Cattiveria, concentrazione, massima applicazione nel giocare insieme: questo non è avvenuto nel 4-3-3 del primo tempo con l'Atalanta. Ogni numero può diventare relativo. Di domani non voglio dire nulla. 
- di Redazione SkySport24
Che titolo le piacerebbe ascoltare dopo la partita col Milan?
Il titolo più bello sarebbe "Grande risposta".
- di Redazione SkySport24
Come mai si è vista una Roma dai due volti?
Davanti abbiamo trovato una squadra che aveva una brillantezza di testa e di gambe superiore alla nostra e non me lo aspettavo. Non ho visto brillantissimi i miei giocatori, ma alla lunga è venuta fuori la squadra. Abbiamo corso quanto loro anche se non è sembrato perché non c'è stata molta qualità.
- di Redazione SkySport24
Come ha trovato la squadra dopo il pari con l'Atalanta?
Rammaricati per come è andata la partita ma anche un po' sollevati per averla rimessa in piedi. È un punto guadagnato, ma da questa gara dobbiamo imparare e cercare di migliorare sui troppi errori.
- di Redazione SkySport24

I più letti