Thomas Manfredini si dà all'ippica: "Ora faccio il driver"

Serie A
manfredinippica

L'ex difensore di Atalanta, Udinese e Genoa sbarca nel mondo dell'ippica, dopo essersi ritirato dal calcio nel 2016: "Questa è la mia grande passione"

Thomas Manfredini, in un'intervista alla "Gazzetta dello Sport", ha spiegato i motivi per i quali ha deciso di dedicarsi alla sua grande passione: l'ippica. L'ex difensore ritiratosi dall'attività agonistica nell'estate del 2016 in seguito a due gravi infortuni ha raccontato la sua nuova vita: "I problemi al tendine di Achille sono totalmente superati, finalmente cammino bene. Sono un driver, la mia grande passione. Tornare in futuro nel calcio? Non chiudo a nulla". Lunedì Spal e Atalanta (due squadre alle quali Manfredini è legato) scenderanno in campo nel posticipo della 4^ giornata di Serie A e l'ex difensore è tornato sul rapporto con la società nerazzurra e sull'eventualità in futurno di tornare a collaborare con la società con la quale ha collezionato 133 presenze in carriera: "Da gennaio 2013, quando andai via, non c’è mai stata occasione. Gli ultimi due anni post-carriera hanno rappresentato uno stacco totale da questo mondo, pensavo solo a guarire e ai cavalli. Ora mi sento bene, sono pronto. Vedremo...". Infine un commento sui tanti giovani lanciati da Gasperini nelle ultime stagioni: "Nelle grandi il margine di errore è minimo, la piazza non perdona. Penso a Gagliardini e Kessié: entrambi, complici i problemi di Inter e Milan negli ultimi anni, hanno incontrato varie difficoltà. I giovani vanno aspettati, da soli non possono cambiare una squadra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche