Torino, Petrachi: "Il VAR sbaglia ancora con noi, rido per non piangere"

Serie A

Il direttore sportivo del Torino ha parlato a Sky Sport degli errori arbitrali che continuano a penalizzare la squadra: “Succede sempre a noi. Il VAR è un ottimo strumento ma bisogna saperlo utilizzare”

PARI TRA UDINESE E TORINO

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICA

Ancora tante polemiche che seguono ad una partita del Torino. E a recriminare sono sempre i granata. Contestato un episodio nel primo tempo, quando la rete di Berenguer viene annullata dall’arbitro Paolo Valeri di Roma 2 per una presunta posizione di fuorigioco. Inoltre, il fischio del direttore di gara arriva prima che il pallone arrivi in rete, contrariamente a quanto è stato raccomandato a livello internazionale: l’azione deve prima concludersi, poi si segnala l’irregolarità che eventualmente viene vagliata anche dai VAR. “Io vorrei parlare della partita, ma non posso se cominciamo con una rete annullata che ci penalizza. Io vorrei capire che si può fare, davvero: il pallone si stava infilando in porta, quindi perché l’arbitro fischia? L’azione sarebbe stata poi rivista in video dai due assistenti, per questo non capisco la scelta di annullare prima” si è lamentato Gianluca Petrachi, direttore sportivo del Torino, ai microfoni di Sky Sport. “Succede sempre a noi, mi viene da ridere per non piangere” ha proseguito, riferendosi alla partita Torino-Roma (vinta dai giallorossi 0-1 col gol di Dzeko nel finale, ndr), dove ci furono diversi episodi contestati. Petrachi però ha chiarito di essere totalmente a favore del VAR: “Io ne sono un sostenitore. Quando guardo i campionati che non ce l’hanno, riconosco la fortuna che abbiamo a poter sfruttare uno strumento del genere. Ma se non lo utilizziamo bene allora non so cosa pensare”.

L’analisi di Walter Mazzarri

Al termine della partita, ha parlato anche l’allenatore del Torino, Walter Mazzarri. Che però non ha voluto discutere di possibili errori commessi da Valeri: “La dirigenza parla di certe cose, io mi occupo solo di calcio”. Quindi ha proseguito con l’analisi della partita: “Abbiamo dominato in lungo e in largo, avremmo meritato di vincere su un terreno di gioco in condizioni pessime: se non avessimo fatto errori tecnici dovuti al campo, avremmo potuto fare 3-4 gol. A questo va aggiunto che abbiamo anche fatto circa l’80% di possesso palla in trasferta. Per come abbiamo giocato, ci mancano 3-4 punti in classifica, perché a parte il primo tempo con l’Inter abbiamo sempre mostrato un certo tipo di gioco”. Per la sfida di oggi, Mazzarri ha proposto insieme Belotti e Zaza: “Ora che hanno giocato contemporaneamente sarete felici, mi dispiace solo per Iago Falque. I calciatori che ho potuto allenare dal 6 luglio hanno appreso meglio determinati concetti, mentre quelli che sono arrivati dopo hanno bisogno di un po’ di tempo in più per prendere dimestichezza con certi meccanismi”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.