Spal-Atalanta, doppietta di Petagna sulle orme del nonno: "Avrei voluto che oggi mi avesse visto"

Serie A

Protagonista assoluto con una doppietta all’Atalanta, la sua ex squadra, l’attaccante fa volare i biancazzurri di Leonardo Semplici: "Tutti pensano che siamo una piccola, ma invece la nostra è una grande squadra". E sul passato del nonno con la società di Ferrara Petagna è stato chiaro: "E’ un fattore che ha influito, mi sarebbe piaciuto se mi avesse visto. Ma mi porterà fortuna da lassù"

SPAL-ATALANTA 2-0, DECIDE UN SUPER-PETAGNA: GOL E HIGHLIGHTS

Una prestazione superlativa e due gol pesantissimi, Andrea Petagna fa volare la Spal. Ancora una vittoria per la squadra di Leonardo Semplici, che grazie al successo sull’Atalanta si porta a quota nove punti in classifica dopo quattro giornate, raggiungendo il Napoli e rimanendo alle spalle soltanto della Juventus, ancora a punteggio pieno. Una doppietta importantissima quella di Petagna, arrivata proprio contro la sua ex squadra. Una gioia ancor più forte per l’attaccante classe ’95, che è soltanto l’ultimo della dinastia Petagna ad indossare la maglia della Spal. In passato, infatti, il nonno Francesco era stato prima calciatore, poi allenatore del club biancazzurro: un fattore determinante nella scelta del giocatore, come spiegato al termine della gara ai microfoni di Sky Sport.

Questione di famiglia

"Io l’ultimo della mia famiglia a rappresentare la Spal? È una storia bella – ha spiegato Petagna -, per questo voglio ringraziare l’allenatore e il direttore che mi hanno voluto fortemente. Adesso voglio continuare a fare bene qui e migliorare ancora. Il passato della mia famiglia in biancazzurro è un fattore che ha influito, mi sarebbe piaciuto se mio nonno e mia nonna mi avessero visto. Ma mi guarderanno da lassù e mi porteranno fortuna".

Gol dell’ex

Petagna ha poi parlato della gara e degli obiettivi della Spal: "I primi gol proprio contro l’Atalanta? E’ vero, il calcio è strano. Oggi abbiamo fatto tutti una grande partita. C’è grande entusiasmo – ha proseguito l’attaccante -, una carica incredibile dei tifosi e stiamo facendo bene. Dobbiamo continuare così perché siamo sulla giusta strada. Mi trovo bene con questo modulo, l’allenatore è molto bravo, prepariamo le partite bene e mi piace molto questa idea di calcio. Stiamo mettendo in difficoltà tutte le squadre e addirittura avremmo potuto avere anche qualche punto in più, perché a Torino abbiamo fatto una grande gara. Nessuno ci vieta di credere a qualcosa di meglio rispetto a quanto fatto l’anno scorso, se giochiamo così i risultati arriveranno. Cosa mi piace della Spal? Mi piace il gruppo. E poi tutti pensano che siamo una piccola, ma la Spal è una grande squadra: basta vedere lo stadio e il centro sportivo".

Semplici: "Che classifica! E Petagna può andare in doppia cifra"

Ovviamente soddisfatto della prestazione della sua Spal anche Leonardo Semplici, che al termine della gara ha commentato la vittoria sull’Atalanta e il conseguente secondo posto in classifica. "Quest’oggi abbiamo tenuto molto bene il campo e contro questa Atalanta non era semplice. Credo che si è vista una crescita evidente rispetto allo scorso anno – ha chiarito l’allenatore della Spal ai microfoni di Sky Sport -, queste sono vittorie che devono darci convinzione ed autostima. Anche il nuovo stadio sarà un’arma in più, cercheremo di sfruttarla al meglio. La classifica? Fa impressione, stare lassù fa un bell’effetto. Sono contento". Infine un pensiero sul match winner di giornata, Andrea Petagna: "All’Atalanta ha fatto un’esperienza straordinaria – ha concluso Semplici -, qui è venuto con nuovi propositi e noi cercheremo di permettergli di stare sempre più vicino alla porta. Può arrivare in doppia cifra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche