Ottava giornata di Serie A, tutto quello che non sapete: numeri e curiosità

Serie A

Tutte le curiosità sul prossimo turno di campionato: Udinese e Chievo affrontano la propria bestia nera, rispettivamente Juventus e Milan. Il Napoli cerca conferme col Sassuolo, Roma e Inter vogliono continuare a vincere

NAPOLI-SASSUOLO LIVE

CHIESA, NIENTE PROVA TV

Torino-Frosinone: il ritorno di Longo (venerdì 5 ottobre ore 20:30 Sky Sport Serie A)

Per il Torino la gara col Frosinone è un'occasione da non perdere per cercare la continuità che serve per puntare all'Europa. Eppure, la squadra di Walter Mazzarri non ha mai replicato per due volte lo stesso risultato in questo campionato e nella scorsa giornata ha battuto il Chievo: un tabù da sfatare, dunque. Moreno Longo, grande ex di questa sfida, cercherà di trovare punti fondamentali per la salvezza: è proprio in questo stadio che la sua squadra ha conquistato l'unico punto della stagione, contro il Bologna in campo neutro. L'obiettivo sarà quello di non subire reti, considerando che il Frosinone è la peggior difesa del campionato con 18 reti subite. Si prospetta tuttavia una partita ricca di reti: nei due precedenti tra le due squadre ne sono state segnate 9 e sia Zaza che Belotti (doppietta) sono andati a segno quando hanno incrociato i gialloblu; allo stesso modo, anche Perica ha fatto gol al Torino nelle due occasioni in cui l'ha affrontato.

Cagliari-Bologna: punti per la salvezza (sabato 6 ottobre ore 15)

Il Bologna vuole proseguire nel momento positivo (due vittorie nelle ultime tre partite) e può farlo contro un avversario storicamente favorevole con il Cagliari. Infatti, gli emiliani non perdono da sette partite contro i sardi ma l'ultima vittoria in trasferta risale a cinque anni fa. Inoltre, il trend lontano dal Dall'Ara non è favorevole per la squadra di Inzaghi, il cui ultimo successo fuori casa risale al dicembre 2017 in casa del Chievo. Fare gol al Bologna, tuttavia, è difficile da palla inattiva: è l'unica squadra, infatti, a non aver subito gol in questo modo. Le due formazioni si affideranno ai giovani di talento: Barella e Orsolini sono tra i sei calciatori italiani nati dopo il 1997 ad aver segnato almeno un gol in campionato. Potrebbe essere l'occasione per Leonardo Pavoletti per segnare il primo gol della sua carriera al Bologna, che insieme ad Empoli e Napoli è la squadra a cui non è mai riuscito ad infilare.

Udinese-Juventus: i bianconeri per l'ottava vittoria (sabato 6 ottobre ore 18)

La Juventus vuole continuare la propria marcia scudetto, che al momento la vede viaggiare a pieno ritmo: sette gare, altrettante vittorie. L'Udinese, invece, si affiderà alla spinta della Dacia Arena per sovvertire il pronostico: è dal 2010 che non riesce a battere la Juve. I bianconeri peraltro sono una certezza quando non giocano a Torino: nell'anno solare 2018 non hanno mai perso ed è l'unica squadra ad essere imbattuta in tutte le competizioni fuori casa tra quelle dei cinque principali campionati europei. Si affrontano la miglior difesa e il miglior attacco della prima mezzora di gioco, con l'Udinese che insieme alla Fiorentina non ha subito gol in questo frangente, mentre la Juve è andata a segno sei volte. Allegri potrebbe puntare nuovamente su Paulo Dybala, che dopo la tripletta allo Young Boys, ritrova la sua vittima preferita in Serie A: all'Udinese infatti ha rifilato sette reti, di cui tre doppiette.

Empoli-Roma: Andreazzoli ritrova il suo passato (sabato 6 ottobre ore 21 su DAZN)

Una Roma in stato di grazia affronterà l'Empoli al Castellani. Bilancia che pende in favore dei giallorossi, che non perdono contro i toscani dal febbraio 2007. Eppure, in tre delle ultime sei trasferte qui la Roma non è riuscita a segnare. L'obiettivo, per la squadra di Andreazzoli, è muovere la classifica magari con un successo, che non arriva dalla prima giornata di campionato. Di Francesco spera nella classica partenza sprint: con sette reti, la Roma ha il miglior attacco nel primo tempo della Serie A, così come è la migliore su palla inattiva con cinque gol trovati così. Bisognerà essere più forti anche della sfortuna: l'Empoli e la Roma sono le squadre che al momento conducono la classifica per pali colpiti, rispettivamente con 6 (di cui 4 colpiti soltanto da Zajc) e 5.

Genoa-Parma: Piatek insegue Batistuta (domenica 7 ottobre ore 12:30 su DAZN)

La domanda che tutti si pongono è: Piatek continuerà a segnare? Chi può dirlo, ma se ci riuscisse sarebbe il primo dopo la stagione 1994/95 ad andare a segno per sette gare di fila. L'ultimo a riuscirci fu Batistuta che allungò la striscia a 11 partite. Il Genoa ha gli ultimi precedenti dalla sua, essendo imbattuto negli ultimi sette confronti con il Parma, che tuttavia al pari dei rossoblu vive un ottimo momento di forma. Potrebbe essere l'occasione per sperimentare il gol da palla inattiva, che nessuna delle due ha trovato dall'inizio del campionato.

Atalanta-Sampdoria: nerazzurri per il riscatto (domenica 7 ottobre ore 15 su Sky Sport Serie A)

L'Atalanta ha abituato a partenze tutt'altro che imponenti con Gasperini alla guida, avendo collezionato al massimo nove punti dopo sette giornate. Ora sono sei e per questo i bergamaschi sono chiamati a vincere contro la Sampdoria, con cui ha perso tre degli ultimi quattro precedenti. Servirà un'attenzione maggiore sulle palle inattive: i nerazzurri hanno subito 5 gol su calcio da fermo, la metà di quelli incassati complessivamente in campionato. Il grande ex della partita è Duvan Zapata, che è l'attaccante di questo campionato che ha effettuato più tiri senza trovare la rete.

Lazio-Fiorentina: punti per l'Europa (domenica 7 ottobre ore 15 su DAZN)

Una delle sfide più intriganti dell'ottava giornata di campionato si gioca all'Olimpico, tra Lazio e Fiorentina. La squadra di Inzaghi ha vinto sei delle ultime nove partite di Serie A contro i viola (1N, 2P), trovando sempre la via del gol in questo parziale. Le ultime sei sfide in Serie A tra le due formazioni hanno visto entrambe le squadre andare a segno, per un totale di 28 gol complessivi (oltre quattro di media a match). Pioli vuole un'inversione di tendenza in trasferta, dove ha conquistato solo un punto nelle ultime quattro uscite lontano dal Franchi. Tra le squadre affrontate almeno tre volte in Serie A, la Fiorentina è l’unica contro cui Ciro Immobile non ha mai segnato: zero reti (e ben quattro sconfitte) in sette gare contro i viola.

Milan-Chievo: Higuain e Calhanoglu scaldano i motori (domenica 7 ottobre ore 15 su Sky Sport Serie A)

Luce dal tunnel ancora lontana, per il Chievo, che si trova a far fronte con il peggior avvio della sua storia in Serie A: come nel 2006/07 ha raccolto solo due punti nelle prime sette giornate, ma mai aveva subito così tanti gol (16) e mai aveva avuto una differenza reti così negativa (-11). Di fronte, ci sarà la bestia nera dei gialloblu: un Milan rinfrancato dal successo tondo in trasferta contro il Sassuolo. I rossoneri sono la squadra contro cui il Chievo ha perso più partite in Serie A (24), e contro nessuna squadra i veronesi hanno una percentuale di sconfitte più alta (75%). I giocatori più attesi sono: Higuain che ha segnato sei gol nelle ultime sei gare giocate cntro il Chievo, a cui ha anche siglato la prima marcatura in Serie A nel 2013; Calhanoglu, che ha segnato in entrambe le sfide dello scorso anno; Giaccherini, che contro il Milan ha segnato il primo dei suoi 23 gol in Serie A.

Napoli-Sassuolo: nessuno può perdere (domenica 7 ottobre ore 18 su Sky Sport Serie A)

Sia Napoli che Sassuolo vengono da una brutta sconfitta, necessariamente da riscattare. Gli azzurri sono avanti nei pronostici: hanno perso solamente una delle 10 sfide di Serie A con il Sassuolo, cinque successi e quattro pareggi ed è imbattuto nei cinque precedenti al San Paolo contro il Sassuolo in Serie A: tre vittorie e due pareggi. Attenzione a Callejon andato a bersaglio in entrambe le ultime due gare contro il Sassuolo in Serie A: quattro reti in totale ai neroverdi, solo alla Lazio (cinque) ha segnato di più nel massimo campionato, e Mertens a quota 70 gol che è a una sola rete di distanza dal raggiungere Gonzalo Higuaín e José Altafini al settimo posto dei migliori marcatori nella storia del Napoli in Serie A.

Spal-Inter: la bestia nera(zzurra) del Mazza (domenica 7 ottobre ore 20:30 su Sky Sport Serie A)

Chiude la giornata di Serie A il posticipo tra Spal e Inter. I nerazzurri sono la squadra che ha battuto più volte la Spal in Serie A: 23 successi, sette pareggi e quattro sconfitte. Per trovare l'ultimo successo dei ferraresi bisogna risalire al 1962. Diametralmente opposto il modo in cui arrivano le due squadre a questa sfida: la Spal con tre sconfitte, l'Inter con tre vittorie di fila. La squadra di Semplici dovrà però fare attenzione al cartellino: siamo già a 18 gialli, nessuno in Serie A ha fatto come la Spal in questa singolare statistica.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche