Cristiano Ronaldo, no a nuova intesa per caso Mayorga

Serie A

Il portoghese non è intenzionato a pagare ancora la modella, che lo accusa per una presunta violenza sessuale avvenuta negli Stati Uniti nove anni fa

Trapelano nuovi sviluppi nel caso giudiziario che vede coinvolto Cristiano Ronaldo, accusato da Cathryn Mayorga per un presunto stupro avvenuto a Las Vegas nel 2009. Secondo quanto filtra dai legali dell'attaccante portoghese, CR7 non verserà nessun altro assegno alla modella, che all'epoca dei fatti fece denuncia di violenza contro ignoti e poi firmò un accordo da 375mila dollari in cambio del silenzio sulla vicenda. L'avvocato Peter Christiansen, che difende il giocatore della Juventus ha ribadito: "Ai tempi Cristiano seguì il suggerimento dei suoi consulenti per mettere fine alle accuse ingiuriose ed evitare tentativi come questo. Non bisogna ripetere gli errori del passato, chi è innocente confida nella giustizia". Uno dei prossimi passi di Christensen sarà quello di sottoporre a perizia informatica i documenti hackerati. Il collega che difende Cathryn Mayorga, Leslie Stovall, ha invece optato per una risposta molto aggressiva spedendo le carte alla polizia di Lisbona e alle forze dell’ordine di altri 18 Paesi, compresa Fbi e Interpol. L'obiettivo è quello di provare a verificare se Cristiano Ronaldo abbia violato qualche legge di queste nazioni.  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche