Sampdoria, Audero insuperabile: migliore percentuale di parate nella top 5 d'Europa

Serie A

Battuto solo 4 volte nella difesa bunker della Sampdoria, il numero uno in prestito dalla Juve vanta la migliore percentuale di parate (87,5%) nei cinque maggiori campionati europei. Alle sue spalle portieroni come Lloris e Alisson, Buffon e Rui Patricio. E in Italia? Handanovic il primo a seguirlo, male Donnarumma

SAMP SENZA CESSIONI: MURO IN DIFESA, ATTACCO SUPER

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICA

Quinto posto a quota 14 punti per la Sampdoria di Marco Giampaolo, allenatore alla guida di un gruppo sulle tracce dell’Europa. Merito di un attacco da 12 reti nel segno di Defrel (cinque centri), del 4-3-1-2 ormai collaudato da tre stagioni e naturalmente della difesa di ferro: solo quattro i gol concessi dai blucerchiati in campionato, reparto bunker dove spicca il 22enne danese Andersen e naturalmente un numero uno di livello. Parliamo di Emil Audero, portiere classe 1997 in prestito dalla Juventus, talento dell’U-21 (7 presenze) alla prima vera stagione in Serie A. Un battesimo di fuoco per il ragazzo nato in Indonesia, esame finora ampiamente superato: otto presenze e quattro clean sheet recita il suo bilancio stagionale, titolare inamovibile che ha incassato solo le reti firmate da De Paul e Simeone, Brozovic e Paloschi. Ad amplificare il valore del debuttante di proprietà della Juve c’è la percentuale di parate pari all’87,5%: si tratta di un dato al vertice nei cinque maggiori campionati europei davanti a colleghi altisonanti come Lloris del Tottenham (86,7%), Alisson del Liverpool (85,71%), Buffon trasferitosi al PSG (83,33%) e Rui Patricio in forza al Wolverhampton (82,86%). Colleghi dall’enorme esperienza internazionale che, tuttavia, si accomodano alle spalle del sorprendente Audero.

Abisso con Handa, Gigio in ritardo

Nato da padre indonesiano e madre italiana sull’isola di Lombok, il piccolo Emil si trasferì all’età di un anno a Cumiana in provincia di Torino. A 11 anni entrò nel vivaio della Juventus e, dopo aver maturato tutta la trafila nelle giovanili, esordì in Serie A il 27 maggio 2017 a Bologna. Seduto in panchina nella finale di Champions a Cardiff, Audero ha maturato un’ottima stagione in Serie B al Venezia: prestito che l’ha visto accumulare 35 presenze e 13 clean sheet nell’allora squadra di Pippo Inzaghi convincendo come uno dei migliori portieri del torneo. La tappa seguente l’ha portato a Genova sulla sponda blucerchiata, dove sta confermando i progressi di un 21enne dall’enorme prospettiva. I dati riferiti alla stagione in corso segnando addirittura un abisso tra il numero uno della Sampdoria e gli altri portieri della Serie A: l’interista Handanovic occupa il 13° posto con una percentuale di parate pari al 79,31%. Dopo lo sloveno figurano Sepe (Parma), Lafont (Fiorentina) e Strakosha (Lazio) fino alla juventino Szczesny con il 73,68%. Decisamente peggio è andata al rossonero Donnarumma che, in 7 gare stagionali, ha parato il 56,52% dei tiri diretti nella sua porta. Numeri agli antipodi con quelli della rivelazione Audero, portierino destinato a riprendersi la Juve da tifoso sfegatato.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche