user
10 novembre 2018

Torino-Parma, Mazzarri: "Zero attenuanti, sembravamo sconclusionati. Non mi è piaciuto nulla"

print-icon

L'allenatore granata seccato dopo la sconfitta contro il Parma: "Sembravamo sconclusionati, non abbiamo fatto nulla di quanto preparato in allenamento: sono molto arrabbiato, non siamo ancora maturi. Questo ci serva da lezione per non commettere in futuro gli stressi errori"

GERVINHO-INGLESE, IL PARMA INCORNA IL TORO 2-1

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Dopo sei partite senza sconfitta, termina la striscia di risultati utili consecutivi del Torino. I granata crollano in casa contro un Parma scatenato, guidato dalle giocate di Gervinho e di Roberto Inglese, autori rispettivamente dei primo e del secondo gol gialloblu. A nulla è servita alla squadra di Mazzarri la rete segnata da Baselli: 1-2 finale all’Olimpico. Per nulla soddisfatto della prestazione dei suoi l’allenatore toscano, che così ha parlato nel post gara: “Ho messo i due attaccanti vicini per crossare, facevamo di tutto tranne quello - ha spiegato Mazzarri - Oggi sembravamo sconclusionati: ci serva da lezione per non commettere in futuro gli stessi errori. Non siamo ancora maturi abbastanza per affrontare queste partite che arrivano dopo ottime vittorie”.

"Non salvo nulla"

Sul fallo di Gagliolo su De Silvestri, non ravvisato da Massa: “Ci sono le immagini, ci sarebbe il VAR, ma lasciamo perdere. Quando giochiamo come oggi non voglio attenuanti: devo pensare a lavorare sulla testa e sulle nostre prestazioni. Per assurdo potevo fare anche un cambio sull’undici che ha vinto contro la Samp, non l’ho voluto fare per vedere dagli stessi se riuscivano a tenere la stessa concentrazione e la stessa cattiveria. Sono molto arrabbiato: la sosta sarà più lunga e pesante del normale. Mi dispiace, avevamo giocato bene contro la Fiorentina e contro la Samp e oggi è arrivata questa prestazione: ci sono rimasto male”. E ancora: “Loro arrivavano sempre prima sulle seconde palle, sui duelli aerei. La circolazione di palla era lenta, mentre io la voglio veloce, a due tocchi. A fine primo tempo avevamo accorciato e avremmo potuto rimediare, come già accaduto contro l’Inter: se sei lucido e stai bene con la testa puoi ribaltarla. Non mi è piaciuto quasi nulla”, ha concluso.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi