Roma, Di Francesco: "Stavamo tutti aspettando Schick, la squadra è in crescita"

Serie A

L’allenatore giallorosso ha commentato così il successo importante sulla Sampdoria: “Abbiamo visto quanto è importante l’aspetto psicologico. Sono contento di El Shaarawy, sta dimostrando grande continuità”

IL GOL CAPOLAVORO DI EL SHARAAWY: VIDEO

ROMA-SAMP 4-1: SI SBLOCCA SCHICK, EL SHAARAWY SHOW

MONCHI: "RESTO QUI. RINNOVO DZEKO? ANCORA NULLA"

Una Roma in formato Champions, quella che sconfigge nettamente la Sampdoria 4-1 all’Olimpico. Il turnover operato da Eusebio Di Francesco funziona, come confermano i gol di Juan Jesus e Schick. “Sui calci piazzati abbiamo provato qualcosa, sapevamo di poter trovare una soluzione pericolosa. La squadra è in crescita, l’importante è l’aspetto mentale e psicologico. I giovani stanno migliorando e stiamo ritrovando diversi giocatori, come Cristante” ha spiegato l’allenatore ai microfoni di Sky Sport. Prestazioni come quella odierna fanno sorgere un po’ di rammarico per alcune gare, dove la Roma contro avversari alla portata non è riuscita a far punti: “Abbiamo lasciato qualche risultato per strada, forse avremmo meritato qualcosa in più ma ci saremmo dovuti muovere prima. Ad ogni modo, c’è tempo per fare ancora meglio”. Un pensiero speciale per Patrik Schick, che ha trovato la prima rete stagionale: “Deve continuare a lavorare, questo gol gli darà sicurezza e forza ed è un aspetto importante. Sono felicissimo per lui, lo stavamo aspettando. Per caratteristiche penso possa essere una prima punta, ma sa giocare anche in appoggio ad un altro giocatore. Per me comunque può fare tutto: quando si hanno certe qualità non c’è un ruolo preciso”.

Soddisfazione

"Oggi i calciatori si sono espressi bene contro una squadra che è molto aggressiva, senza giocate straordinaria siamo riusciti a muovere bene la palla e questo mi rende soddisfatto” ha proseguito Di Francesco. Che ha parlato anche di Defrel, uno dei suoi fedelissimi oggi ritrovato da avversario: “Per me è un ottimo calciatore, chiaramente ci sono ambienti che favoriscono maggiormente la crescita, non era centravanti e lo è diventato col tempo: sono contento per lui, anche perché abbiamo vinto 4-1. Sono contento anche di El Shaarawy, sta dimostrando grande continuità nella partita in entrambe le fasi di gioco. Tatticamente è molto disciplinato e ha maggiori conoscenze in questo senso”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche